Ingrid Caven

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ingrid Caven (Saarbrucken, 3 agosto 1938) è un'attrice e cantante tedesca  nota in Italia soprattutto per essere stata sposata tra il 1970 e il 1972 con Rainer Werner Fassbinder.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Debutta in teatro negli anni Sessanta, quando aderisce al movimento Antithater. Qui conosce personaggi come Hannes Gromball, Ulli Lommel, William Powell e Katrin Schaake che affinano il suo grande temperamento artistico.

Debutta nel cinema nel 1969 nel cortometraggio Fernes Giamaica di Peter Moland, a cui segue, nello stesso anno, il suo primo lungometraggio L'amore è più freddo della morte, che segna il suo incontro artistico ed umano con Rainer Werner Fassbinder, che sposerà nel 1970.

La sua carriera raggiunge l'apice proprio negli anni Settanta, grazie anche alla collaborazione con il grande regista tedesco da cui si separerà nel 1972. Con lui gira nel 1970 Il soldato americano, Il diritto del più forte nel 1973, nel 1975 Il viaggio in cielo di mamma Kusters, Despair nel 1978 e soprattutto, nello stesso anno, Un anno con tredici lune in cui il ruolo della prostituta Zora rappresenta, forse, la sua interpretazione di maggiore rilievo.

Nel 1977 collabora con Daniel Schmid in Violanta con Maria Schneider, Lucia Bosè, Lou Castel e Gérard Depardieu.

Nel 1979 è stata membro della giuria al 29 ° Festival di Berlino.

Nel 1981 appare accanto a Carole Bouquet nel film Tag der Idioten che le frutta il premio per Outstanding Achievement individuali.

È premiata nel 1982 come migliore attrice al Premio del cinema tedesco 2 per la sua interpretazione nel ruolo di Inga nel film Der lange Traum vom Glück Kurzen.

Nel 1978 ha intrapreso anche la carriera di cantante.

Attualmente vive con lo scrittore francese Jean-Jacques Schuhl, che ha scritto un libro intitolato Ingrid Caven che ha vinto il prestigioso "Prix Goncourt" nel 2000.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 34646259 LCCN: no2003094615