Infelici e contenti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Infelici e contenti
Infelici e contenti.png
Paese di produzione Italia
Anno 1992
Durata 101 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Neri Parenti
Soggetto Vittorio Cecchi Gori, Rodolfo Sonego
Sceneggiatura Neri Parenti, Rodolfo Sonego
Produttore Mario Cecchi Gori, Vittorio Cecchi Gori
Fotografia Sandro D'Eva
Montaggio Sergio Montanari
Musiche Bruno Zambrini
Scenografia Maria Stilde Ambruzzi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
  • Armando Bandini: il rappresentante che vende gli orologi a Vittorio
  • Sergio Tedesco: l'avventore del ristorante che esprime un'opinione su Aldo e Vittorio

Infelici e contenti è un film del 1992 diretto da Neri Parenti ed interpretato da Ezio Greggio e Renato Pozzetto.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dopo essere stato travolto da un'automobile condotta da un ricco bancario, Aldo un ex campione di pallanuoto è costretto a passare il resto della sua vita su una sedia a rotelle. Quando la moglie Alessandra decide di partire per le vacanze di Ferragosto, prenota per Aldo una camera in una casa di cura per disabili. Qui Aldo conosce il cieco Vittorio, un trafficante di mercanzia contraffatta che lo coinvolgerà in un viaggio fino a Sanremo, inseguendo improbabili e loschi affari, tra molte avventure e scoperte, non sempre gradevoli.

Dopo molte peripezie, i due finiscono ospiti di Petrilli, un ricco industriale, lo stesso che investì con la sua automobile Aldo e che nonostante una vecchia promessa di ospitalità fattagli, non sembra molto contento di avere in casa Aldo e Vittorio; infatti l'uomo è diventato l'amante di Alessandra, anch'essa presente nella villa. Vittorio la scopre e parlando con lei mentre Aldo dorme viene a sapere che Alessandra ha intenzione di lasciare il marito per stare con Petrilli. Perché pur amando Aldo, la donna è spaventata dal difficile futuro che la attende a causa della disabilità del marito.

Consapevole però che il colpo sarebbe troppo forte per l'amico, Vittorio non racconta ad Aldo la scoperta fatta in casa del Petrilli. Lo stesso Vittorio, prima di ripartire per la clinica, riesce ad intrufolarsi nello yacht del Petrilli e ad aggredirlo col suo bastone, causandone la paralisi. Tornati alla clinica, Alessandra si ripresenta a prendere Aldo che apprende la notizia dell'incidente occorso al Petrilli dalla televisione, Vittorio nel frattempo si defila, dopo essersi assicurato che Alessandra abbia deciso di restare col suo amico.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema