Indipendentismo catalano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Murales a Vilassar de Mar che recita: "Una nazione, i Paesi catalani! Una lingua, il catalano!"

L'indipendentismo catalano (in catalano independentisme català) è una corrente sociale, culturale e politica che propugna l'indipendenza della Catalogna e, più in generale, dei Paesi catalani, come stato sovrano all'interno dell'Unione europea.

Si basa sull'idea che i catalani formino una nazione, avendo una propria storia, una propria lingua, e una propria cultura.

Il simbolo del movimento è la bandiera chiamata Estelada.

Manifestazioni[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Protesta per l'autonomia catalana del 2010 e Manifestazione per l'indipendenza catalana del 2012.

La manifestazione del 10 luglio 2010 coinvolse fino a un milione di persone, nella città di Barcellona.

L'11 settembre 2012 ebbe luogo una nuova manifestazione partecipata da almeno un milione e mezzo di catalani.[1]

Via Catalana a Barcellona. Tratto 724 che attraversò il Camp Nou.

L'11 settembre 2013 diverse organizzazioni della società civile catalana organizzarono una catena umana di più di 400 km, chiamata Via Catalana, partecipata da 1,6 milioni di cittadini, attraverso 86 comuni catalani.[2][3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ la Repubblica: A Barcellona un milione e mezzo in piazza per chiedere l'indipendenza da Madrid. Data: 12.09.2012
  2. ^ Il sole 24 ore: Catena umana in Catalogna per il referendum sulla secessione dalla Spagna. Data: 11.09.2013
  3. ^ Matt Moffett, Catalan Separatists to Link for Independence Cause in The Wall Street Journal, 5 settembre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]