Indice di avvolgimento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'indice di avvolgimento di una curva piana, chiusa e parametrizzata, rispetto ad un punto p esterno ad essa è un numero intero che rappresenta intuitivamente il numero di avvolgimenti che compie la curva attorno a p (immaginando la curva come un filo e il punto come un chiodo).

Introduzione informale[modifica | modifica wikitesto]

Un oggetto che si muove lungo la curva rossa fa due giri antiorari intorno alla persona mostrata in figura.

L'indice di avvolgimento di una curva piana intorno ad un punto si ottiene contando il numero di volte in cui questa curva gira in senso antiorario intorno al punto. Nel caso in cui la curva segua un percorso orario invece che antiorario, tale numero è negativo. Per percorsi semplici come quelli mostrati qui sotto, determinare il numero di avvolgimento è relativamente semplice.

\cdots   Winding Number -2.svg     Winding Number -1.svg     Winding Number 0.svg  
−2 −1 0
  Winding Number 1.svg     Winding Number 2.svg     Winding Number 3.svg   \cdots
1 2 3

Nel caso in cui una curva sia più complicata, definire e determinare il numero di avvolgimento è però meno banale: la curva può infatti cambiare direzione e verso più volte durante il percorso, come mostrato ad esempio nella figura a destra.

Definizione matematica[modifica | modifica wikitesto]

Windingexplain.svg

L'indice di avvolgimento di una curva γ sul piano rispetto al punto p è un numero intero che indica il numero di multipli di un angolo giro che vengono spazzati dal vettore che congiunge p con un punto x della curva quando x compie un giro in senso antiorario lungo la curva (una sola volta) nel verso della sua orientazione fino a tornare nella posizione di partenza. Tale numero sarà per una curva chiusa un numero intero, eventualmente negativo e può essere indicato con la notazione seguente:

\nu(\gamma, p)

Una definizione rigorosa può essere data nel seguente modo: data una curva γ sul piano ed un punto p non appartenente alla curva, si consideri una funzione γ(t) che parametrizza la curva γ al variare di t sulla circonferenza, allora la rotazione della curva attorno al punto p è descritta dalla funzione da S1 in sé definita da

f: t \mapsto \frac {\gamma(t)-p}{\left\| \gamma(t)-p\right\|}

e l'indice di avvolgimento della curva si definisce come il numero k tale che f è omotopa alla funzione definita in coordinate angolari da

\theta \mapsto k \theta

Mediante gli strumenti e le notazioni dell'analisi complessa si può dimostrare che

 \nu(\gamma, p) = \frac{1}{2\pi i} \int_\gamma \frac{dz}{z - p} .

Questa formula stabilisce un collegamento tra l'indice di avvolgimento ed il teorema dei residui.

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

L'indice di avvolgimento è un invariante topologico: se un intorno contenente la curva γ e il punto esterno p viene mandato in un altro insieme aperto mediante un omeomorfismo f allora l'immagine della curva f(γ) è ancora una curva che ha rispetto al punto f(p) lo stesso indice di avvolgimento che ha γ rispetto a p.

L'indice di avvolgimento è anche un invariante omotopico: se la curva viene deformata con continuità nel piano privato del punto p (ovvero senza mai toccare il punto durante la deformazione) l'indice rimane lo stesso. L'indice rimane invariato anche se il punto viene spostato con continuità senza attraversare mai la curva. L'indice può cambiare se durante la deformazione la curva e il punto si incontrano.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica