Indice di Treynor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'indice di Treynor (Treynor ratio), detto anche reward to Volatility Ratio, è un indice di rischio finanziario introdotto per la prima volta da Jack Treynor un economista nel 1965. L'indice a differenze di quanto fa l'indice di Sharpe (che utilizza come indice di rischio da deviazione standard), usa il classico Beta come indice di rischio.

Il modello CAPM ci dice che se esiste una sufficiente diversificazione degli investimenti è possibile sfruttare le virtuose correlazioni tra gli strumenti presenti in portafoglio; il modello sviluppato da Treynor utilizza questo approccio, creando un indice alternativo a quello di Sharpe, inserendo al denominatore il Beta come indicatore di rischiosità al posto dello scarto quadratico medio dei rendimenti utilizzato dall'indice di Sharpe. La formula di Treynor differisce dalla formula di Sharpe quindi solo per il denominatore.

La formula è conosciuta come:

Treynor=\frac{r_p-r_f}{\beta_P}\,\!


Con r_f indichiamo il tasso degli investimenti privi di rischio.
Con r_p indichiamo il rendimento del portafoglio di investimento.
Con \beta_P il Beta del portafoglio d'investimento


Confronto con l'indice di Sharpe[modifica | modifica wikitesto]

L'indice di Sharpe e l'indice di Treynor forniscono risultati spesso divergenti; se utilizzati per analizzare due fondi (o due portafogli) d'investimento potrebbero generare risultati contrastanti il miglior fondo con Sharpe potrebbe non essere il migliore secondo Treynor, questo è dovuto al diverso modo di trattare il rischio. Sharpe utilizza il rischio totale dell'investimento (volatilità), Treynor viceversa si concentra sul Beta e quindi sulla componente sistematica del rischio di portafoglio. Mentre Sharpe è più utile a chi non ha investimenti ed è quindi interessato alla variabilità del investimento, Treynor è più utile per chi deve ulteriormente diversificare il proprio portafoglio (in questo caso si è più interessati alla componente Beta).

Interpretazione dell'indice[modifica | modifica wikitesto]

L'indice di Treynor è un rapporto tra surplus generato dalla gestione e rischio assunto, quindi maggiore è l'indice di Treynor maggiore è l'appetibilità dell'investimento. Un indice di Treynor elevato è un indicatore di un'elevata capacità del portafoglio di remunerare l'esposizione al rischio sistematico (Beta).


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Emilio Girino Dizionario di finanza. Tecniche, strumenti, operatori: tecniche, strumenti, operatori, Wolters Kluwer Italia, 2005, ISBN 8821720640

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia