Indiana Jones e la tomba dell'imperatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Indiana Jones e la tomba dell'imperatore
Titolo originale Indiana Jones and the Emperor's Tomb
Sviluppo The Collective
Pubblicazione LucasArts
Serie Indiana Jones
Data di pubblicazione Xbox:
Flags of Canada and the United States.svg 24 febbraio 2003
Flag of Europe.svg 28 marzo 2003

Microsoft Windows:
Flags of Canada and the United States.svg 25 marzo 2003
Flag of Europe.svg 28 marzo 2003
PlayStation 2:
Flags of Canada and the United States.svg 26 giugno 2003
Flag of Europe.svg 29 agosto 2003
OS X:
Flags of Canada and the United States.svg 3 dicembre 2003

Genere Azione
Modalità di gioco giocatore singolo
Piattaforma Xbox, Microsoft Windows, PlayStation 2, OS X
Motore grafico Slayer
Supporto DVD, CD
Fascia di età ELSPA: 11+
ESRB: T
Periferiche di input tastiera, joystick, mouse
Preceduto da Indiana Jones e la macchina infernale
Seguito da LEGO Indiana Jones: Le avventure originali

Indiana Jones e la tomba dell'imperatore (Indiana Jones and the Emperor's Tomb) è un videogioco d'azione sviluppato da The Collective e pubblicato dalla LucasArts nel 2003 per Xbox, Microsoft Windows, PlayStation 2 e OS X. Il gioco è una storia originale con protagonista l'archeologo fittizio Indiana Jones. La storia si svolge nel 1935, subito prima degli eventi del film Indiana Jones e il tempio maledetto; la tomba menzionata nel titolo è quello del primo imperatore della Cina Qin Shi Huang. La copertina del gioco è firmata da Drew Struzan, noto per aver disegnato anche le locandine dei film di Indiana Jones.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Siamo nel 1935: Indiana Jones si trova a Ceylon per ritrovare l'idolo della dea del fiume Kouru-Watu. Indy deve scontrarsi con molteplici cercatori d'avorio, anch'essi interessati alla preziosa reliquia; numerose trappole, inoltre, gli sbarrano la via d'accesso alla "Grande Bocca", luogo in cui l'idolo è custodito. Dopo aver trovato un'entrata e superato incolume le stanze dei Guardiani, Indiana riesce a raggiungere la camera del tesoro e a recuperare il cimelio. Viene però subito affrontato da un gruppo di nazisti capitanati da Albrecht Von Beck, ma fortunatamente Indy lancia Von Beck in acqua e affronta i suoi scagnozzi, un coccodrillo gigante posto a guardia dell'idolo attacca Von Beck apparentemente uccidendolo, è Indy fugge via. Tornato al Barnett College, Jones riceve la visita dell'ufficiale Kai Ti Chan e della sua assistente Mei Ying, che lo informano della possibilità di localizzare la tomba di Chin Shi-Huang Ti, il primo imperatore cinese, per mezzo di un congegno detto Specchio dei Sogni, diviso in tre pezzi di cui uno si trova nell'idolo trovato da Indy.
Indiana si reca a Praga per trovare il secondo pezzo dello Specchio, e dopo essersi intrufolato nel castello deve recuperare vari oggetti che gli consentiranno di giungere in una sala difesa da un pericoloso mutante: una volta sconfittolo, Indy riesce a recuperare il secondo pezzo, ma viene neutralizzato dai tedeschi che lo portano prigioniero ad Istanbul, dove i nazisti hanno scoperto il palazzo sotterraneo di Belisario (in cui è nascosto il terzo pezzo). Indy si libera grazie a Mei Ying e, una volta entrato in una moschea, riesce a raggiungere i resti del leggendario Palazzo di Belisario: qui dovrà localizzare delle monete che gli consentiranno di accedere al Tempio in cui è custodito il terzo pezzo dello Specchio dei Sogni, difeso da una piovra gigante. Indy riesce a sconfiggerla, e verrà raggiunto da Mei Ying: gli spiegherà che Kai è alleato dei nazisti ed ha intenzione di ritrovare la tomba di Chin per entrare in possesso del Cuore del Drago, una perla nera in grado di controllare la volontà di una persona. Mei Ying, inoltre, gli rivela di lavorare per il Governo cinese.
I due partono quindi alla volta di Hong Kong, dove però Kai rapisce Mei Ying. Indy, dopo aver sconfitto gli scagnozzi del nemico, insegue Kai a bordo di un risciò guidato dall'amico Wu Han, ma la ragazza viene caricata da Von Beck in un U-Boot. Indy si reca dunque a Peng Lai, dove scopre nella laguna una base navale nazista. Lì il nostro eroe si traveste da nazista e riesce ad ottenere il permesso per salire sulle montagne. Dopo un duro scontro con i nazisti a bordo di una funivia, Indiana giunge alla Fortezza del Drago Nero, e una volta trovata un'entrata riesce a scovare il luogo di segregazione di Mei Ying: per salvarla, però, Indy dovrà affrontare due forti gemelle, esperte in arti marziali. Appena sta per liberare il suo nuovo amore, cade però in una botola e, superato un cunicolo sotterraneo colmo di trappole, si ritrova nel tempio del demone Kong Tien. Lì scopre l'unica arma in grado di distruggere gli spiriti, una specie di boomerang chiamato PaCheng. Per entrarne in possesso, Indy dovrà risolvere un enigma, superare ponti invisibili ed abissi senza fine. Forte della sua nuova arma, riesce a sconfiggere lo spirito di Kong Tien, che nel frattempo aveva posseduto il corpo di Mei Ying. Localizzata la tomba, Indy e Mei si recano a Sian, dove trovano l'ingresso. Dure prove attendono nuovamente Indiana Jones, che deve vedersela con trappole di ogni genere: stanze che si restringono, salti con frusta su abissi e fiamme, muri e piattaforme invisibili. Superati spiriti malefici e statue in terracotta possedute, nonché un enigma "sonoro", Indy raggiunge l'esterno, dove si ritrova davanti Von Beck a bordo di un carro armato-trivella. Inseguito dal nazista, dopo un difficile percorso, Jones si salverà, mentre il nazista precipiterà in un burrone profondo, subito dopo Indy troverà la porta per gli Inferi, dove è ubicata la Tomba dell'Imperatore. Superate le quattro Torri sospese nel vuoto, Indy riesce a sottrarre la perla al corpo dell'imperatore; questi si rianima, ma viene subito distrutto dagli spiriti. Purtroppo Indy non riesce a controllare il potere del Cuore, a differenza di Kai, che gli sottrae la Perla Nera. Elevatosi a una potenza divina, Kai attacca Indy con un drago, ma grazie al PaCheng il protagonista riesce a distruggere il Cuore del Drago, e Kai viene distrutto. Mentre la tomba comincia a distruggersi, Mei e Indy fuggono all'esterno. Il videogioco finisce quando i due raccontano la loro storia a Wu, che ricorda ad Indy che deve ancora incontrarsi con Lao Che per i resti di Nurachi. Indy risponde, allontanandosi con Mei: "Fallo aspettare".

Personaggi e doppiatori[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Doppiatore inglese Doppiatore italiano
Indiana Jones David Esch Dario Oppido
Mei Ying Vivian Wu Licia Navarrini
Comandante Kai Keone Young Enea Pizzonia
Ch'in Shi-Huang-Ti Keone Young
Albrecht Von Beck Nick Jameson Antonio Rossi
Richter Kai Wulff Gabriele Duma
Kent Matt Lindquist
Gemelle Feng Jennifer L. Yen Federica Tabori
Wu Han Alan Drevin Massimiliano Rossi
Homonculus Kevin Michael Richardson
Demoni triade Kevin Michael Richardson
Cacciatori d'avorio Nick Jameson e Phil Proctor Enea Pizzonia e Gabriele Duma
Soldato 1 Herbert Primig Gino Paccagnella
Soldato 2 Jim Ward Dario Oppido
Soldato 3 Kai Wulff Enea Pizzonia
Speaker tedesco Phil Proctor
Soldati triade Arthur Eng
Cameriere Arthur Eng Gino Paccagnella
Guardia del palazzo Lei Yin
Agenti Torsten Voges Dario Oppido e Antonio Rossi
Colonnello Torsten Voges Gino Paccagnella

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]