Incumbent

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In economia, il termine inglese incumbent (letteralmente 'che sovrasta', dal latino incumbere)[1] viene usato generalmente per riferirsi all'azienda di maggiori dimensioni (dominante) di uno specifico mercato. O semplicemente per delineare aziende di esperienza di settore da anni.

Ambiti[modifica | modifica wikitesto]

Telecomunicazioni e mass-media[modifica | modifica wikitesto]

Nel settore dei media e delle telecomunicazioni, vengono dette incumbent soprattutto le imprese ex-monopoliste in mercati recentemente liberalizzati; queste aziende traggono in genere beneficio da una posizione di ampio vantaggio iniziale, privilegi e/o altre condizioni che ostacolano l'affermazione dei loro concorrenti. Esempi tipici di incumbent sono le compagnie telefoniche come Telecom Italia, France Telecom, British Telecom e Deutsche Telekom.

Politica[modifica | modifica wikitesto]

In politica l'incumbency tende sempre più a diventare di per sé una strategia di propaganda politica, che ridimensiona il significato e l'incisività della campagna elettorale vera e propria. Soprattutto di quella che si svolge a ridosso delle elezioni. Il vantaggio dell'incumbent (come categoria particolare del voto ad personam) si costruisce nelle pieghe delle diverse scadenze elettorali attraverso l'utilizzo di puntuali strategie e modalità di comunicazione e la messa in campo di un rapporto più diretto tra rappresentante politico ed elettori.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il primo significato del termine, in inglese, è quello relativo agli incarichi politici.
economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia