Incoterms

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Incoterms, contrazione di international commercial terms è la serie di termini utilizzati nel campo delle importazioni ed esportazioni, valida in tutto il mondo, che definisce in maniera univoca e senza possibilità di errore ogni diritto e dovere competente ai vari soggetti giuridici coinvolti in una operazione di trasferimento di beni da una nazione ad un'altra.

I soggetti coinvolti[modifica | modifica sorgente]

Nel trasporto di ogni materiale tra due nazioni diverse sono coinvolti di norma diversi soggetti:

  • Venditore
  • Trasportatore
  • Dogana
  • Acquirente
  • Assicurazione

Rappresentazione schematica[modifica | modifica sorgente]

Schemaincoterms.JPG

Il trasferimento di un materiale da partenza ad arrivo può essere diviso schematicamente in blocchi (immagine a destra) che coinvolgono:

Ogni singola sigla codificata nell'Incoterms definisce chiaramente chi debba accollarsi i costi e le responsabilità per ogni parte di trasporto, per i costi doganali in partenza ed in arrivo, per i costi assicurativi. Una parte importante (spesso trascurata) è l'indicazione, dopo la sigla, del nome specifico della località geografica, della frontiera o del porto/aeroporto a cui la sigla stessa si riferisce.

I termini Incoterms sono stati ratificati dall' International Chamber of Commerce (ICC) e pubblicati originariamente in lingua inglese con traduzione autorizzata in altre 31 lingue da parte delle varie camere di commercio nazionali.

I termini sono stati rivisti nel 2000 (da cui la denominazione Incoterms 2000), mentre l'ultima revisione dell'accordo è stata effettuata nel 2010 ed è entrata in vigore il 1º gennaio 2011, per cui da quella data la denominazione corretta da utilizzare è Incoterms 2010.

I gruppi dell'Incoterms 2000[modifica | modifica sorgente]

La necessità di stabilire delle regole chiare in merito a quali siano i diritti/doveri e su chi debba accollarsi le diverse spese è sfociata in una serie di sigle, divise in gruppi, ben specifiche:

Schema dei costi[modifica | modifica sorgente]

Costi che sono a carico del venditore in base alle varie rese

Vecchio termine Carico merce Dogana export Trasporto al porto Scarico al porto Carico su nave Trasporto marittimo Scarico da nave Carico al porto Trasporto dal porto Assicurazione Dogana import Tasse importazione
EXW NO NO NO NO NO NO NO NO NO NO NO NO
FCA SI SI SI NO NO NO NO NO NO NO NO NO
FAS SI SI SI SI NO NO NO NO NO NO NO NO
FOB FOR / FOT SI SI SI SI SI NO NO NO NO NO NO NO
CFR C&F SI SI SI SI SI SI NO NO NO NO NO NO
CIF SI SI SI SI SI SI NO NO NO SI NO NO
CPT SI SI SI SI SI SI NO NO NO NO NO NO
CIP SI SI SI SI SI SI NO NO NO SI NO NO
DAF SI SI SI SI SI SI NO NO NO NO NO NO
DES SI SI SI SI SI SI NO NO NO SI NO NO
DEQ SI SI SI SI SI SI SI NO NO SI NO NO
DDU SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI NO NO
DDP SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI

I gruppi dell'Incoterms 2010[modifica | modifica sorgente]

Con la nuova revisione è stata specificata la divisione dei termini in base a soli due gruppi, utilizzabili in base al mezzo di trasporto utilizzato: le rese FAS, FOB, CFR e CIF sono destinate in esclusiva all'uso nei trasporti marittimi mentre le restanti possono essere utilizzate anche per qualsiasi altro tipo di trasporto; questa classificazione sostituisce la precedente che raggruppava le rese in quattro gruppi, dipendenti dalle suddivisioni dei costi tra venditore ed acquirente.

Le altre modifiche più rilevanti introdotte con l'edizione 2010 riguardano la riorganizzazione di quello che era il gruppo "D" con l'abolizione delle sigle DAF, DES, DEQ e DDU e l'introduzione delle nuove DAP (Delivered At Place) e DAT (Delivered At Terminal) che le sostituiscono[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) L'Incoterms 2010 sul sito ufficiale

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]