Incidente fisico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un incidente fisico è un fatto negativo inatteso, le cui conseguenze si riversano sulla vita o sulla salute umana. Esistono numerosi tipi di incidente: dalla collisione alla ferita causata da oggetti taglienti, dalla scottatura con oggetti e liquidi ad alta temperatura alla folgorazione elettrica, dall'inalazione di sostanze velenose al procurarsi danni fisici.

In linea teorica, un incidente non include avvenimenti per i quali può essere trovato un responsabile: ovvero quando è causato da negligenza, non essendo state osservate precauzioni per evitare danni a cose e persone. Se gli esiti della negligenza sono prevedibili ed evitabili, non sussiste la componente "accidentale" ed al responsabile può essere imputato il reato di danno personale. Tanto per fare un esempio, si pensi ad un farmacista che nella realizzazione di un composto mescola, in maniera negligente, i prodotti chimici errati etichettando poi il composto per la vendita. La persona che fa uso del composto corre il rischio di un avvelenamento "casuale": l'errore del farmacista non può quindi rientrare sotto la definizione di accidentale.

Un'errata credenza comune è quella che un'arma da fuoco possa sparare accidentalmente: in realtà, si tratta di un caso alquanto raro e la maggior parte di ferite e/o danni provocati da armi derivano da un atto intenzionale. Esiste, ovviamente, il caso di un'arma difettosa che possa far partire un colpo cadendo a terra: il proprietario dovrebbe tuttavia fornire spiegazione del perché l'arma fosse carica e con la sicura rimossa.

Le cause degli incidenti vengono spesso analizzate per poter prevenire simili casi futuri: lo studio delle cause non permette tuttavia di avere sentore della componente accidentale. Per tale motivo, l'analisi di un qualsivoglia incidente non consente di classificare i futuri casi come prevenibili.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]