Incatenata (film 1946)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Incatenata
Michèle Morgan-Robert Cummings in The Chase.jpg
Michèle Morgan e Robert Cummings in una foto pubblicitaria del film
Titolo originale The Chase
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1946
Durata 86 min
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Rapporto 1.37 : 1
Genere noir
Regia Arthur Ripley
Soggetto Cornell Woolrich
Sceneggiatura Philip Yordan
Produttore Seymour Nebenzal
Casa di produzione Nero Films
Distribuzione (Italia) ZEUS (1949)
Fotografia Franz Planer
Montaggio Edward Mann
Effetti speciali Ray Binger,
Musiche Michel Michelet
Scenografia Robert Usher
Costumi Bill Edwards
Trucco Don L. Cash, Marjorie Lund
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Incatenata (The Chase) è un film del 1946 diretto da Arthur Ripley.

È un film noir statunitense con Robert Cummings, Michèle Morgan e Steve Cochran. È basato sul romanzo del 1944 L'incubo nero (The Black Path) di Cornell Woolrich.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Chuck Scott, reduce di guerra con problemi mentali, viene assunto come autista da Eddie Roman, un gangster. Quando scopre che Edddi tiene segregata in casa la moglie Lorna, la libera e fugge via con lei.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, diretto da Arthur Ripley su una sceneggiatura di Philip Yordan e un soggetto di Cornell Woolrich, fu prodotto da Seymour Nebenzal[1] per la Nero Films[2] e girato da metà maggio all'inizio di agosto 1946. Il film doveva originariamente essere interpretato nel ruolo di Lorna da Joan Leslie che ebbe però problemi contrattuali con la Warner Bros..[3]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito con il titolo The Chase negli Stati Uniti dal 16 novembre 1946[4] al cinema dalla United Artists.[2]

Altre distribuzioni:[4]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Morandini il film è un "noir insolito, grottesco alla Welles". Morandini segnala inoltre una sequenza della durata di 20 minuti "assurdi" in cui realtà e sogno risulterebbero "in bilico".[5]

Secondo Leonard Maltin il film è un "melodramma di buon intrattenimento". Maltin segnala l'interpretazione di Cochran.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 2 giugno 2013.
  2. ^ a b (EN) IMDb - Crediti per le compagnie. URL consultato il 2 giugno 2013.
  3. ^ (EN) American Film Institute. URL consultato il 2 giugno 2013.
  4. ^ a b (EN) IMDb - Date di uscita. URL consultato il 2 giugno 2013.
  5. ^ MYmovies. URL consultato il 2 giugno 2013.
  6. ^ Leonard Maltin, Guida ai film 2009, Dalai editore, 2008, p. 1021, ISBN 8860181631. URL consultato il 2 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema