Imperatori tedeschi (Secondo Reich)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Secondo Reich nacque nel 1871 e, per la prima volta, la Germania si trovò unificata sotto un'unica nazione. Questa unificazione avvenne sotto l'egida della Prussia e del suo cancelliere, Otto von Bismarck. Dopo aver sconfitto la Francia di Napoleone III nella battaglia di Sedan. Il secondo Reich ebbe struttura federale, che si mantenne anche dopo la fine del regime imperiale, in seguito alla sconfitta tedesca nella Prima Guerra Mondiale e la creazione della repubblica di Weimar. Guglielmo I fu il primo imperatore del Secondo Reich che terminò nel 1888.

                Imperatore tedesco                 Inizio del Regno Termine del Regno
Guglielmo I Kaiser Wilhelm I. .JPG 18 gennaio
1871
9 marzo
1888
Federico III Friedrich III, Deutscher Kaiser.jpg 9 marzo
1888
15 giugno
1888
Guglielmo II Bundesarchiv Bild 146-2004-0096, Kaiser Wilhelm II..jpg 15 giugno
1888
9 novembre
1918

A seguito della sconfitta tedesca nella prima guerra mondiale, Guglielmo II abdicò al trono imperiale il 9 novembre 1918 e, mentre a Berlino veniva proclamata la repubblica, andò in esilio volontario nei Paesi Bassi. La moglie, l'ormai ex imperatrice Augusta Vittoria, lo raggiunse pochi giorni dopo. Una volta su suolo olandese, Guglielmo acquistò una piccola villa nel villaggio di Doorn, 50 km a sud di Amsterdam, ove condusse una tranquilla vita privata lontano dalla politica europea fino alla sua morte, avvenuta proprio a Doorn il 4 giugno 1941.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Imperatrici tedesche (Secondo Reich).