Immigrazione in Australia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paesi di provenienza degli australiani residenti nel 2006 (Fonte: Australian Bureau of Statistics (Istituto australiano di Statistica))

L'immigrazione verso l'Australia si stima sia cominciata intorno a 51.000 anni fa quando gli antenati degli australiani aborigeni e dello Stretto di Torres arrivarono sul continente attraverso le isole dell'arcipelago malese e della Nuova Guinea.

Gli europei arrivano nel XVI e XVIII secolo, ma la colonizzazione partì solamente nel 1788. Fino al 1945 giunsero più di 7 milioni di persone come nuovi coloni. La scintilla per un programma su larga scala di emigrazione nacque alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Furono presi degli accordi come la Gran Bretagna e altri paesi europei e con l'organizzazione dei rifugiati internazionali per incoraggiare l'emigrazione, compresi gli sfollati provenienti dall'Europa devastata dalla guerra. Tra il 1945 e il 1960 arrivarono 1,6 milioni di persone, 1,3 milioni negli anni sessanta, e circa 960.000 negli anni settanta, 1,1 milione negli anni ottanta, oltre 900.000 negli anni novanta e ancora oltre 900.000 nella prima decade del XXI secolo. La più grande componente di immigrazione è dovuto per bisogno di abilità-maestranze e per programmi di riunione delle famiglie.

Il censimento del 2011 ha mostre che oltre un quarto dei 22 milioni degli abitanti australiani è nata oltreoceano. Gli immigrati venuti tra il 2008 e il 2009 vengono da oltre 200 nazioni. Per lo più nati in Nuova Zelanda (16,2 %), Regno Unito (13,6%), India (10,9%), Cina (10%) e Sud Africa (4,6%).

Corsa all'oro[modifica | modifica wikitesto]

Immigrazione dopo la seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1954 50.000 olandesi arrivano in Australia

Paese di nascita dei residenti australiani[modifica | modifica wikitesto]

Secondo l'Australian Bureau of Statistics nel 2010 5.993.945 di persone residenti in Australia sono nate fuori dal paese, e rappresentano il 26.8% della popolazione australiana residente.

I primi 40 paesi d'origine Popolazione residente stimata(2006) Popolazione residente stimata(2010)


Regno Unito 1,153,264 1,192,878
Nuova Zelanda 476,719 544,171
Cina 203,143 379,776
India 153,579 340,604
Italia 220,469 216,303
Vietnam 180,352 210,803
Filippine 135,619 177,389
Sud Africa 118,816 155,692
Malesia 103,947 135,607
Germania 114,921 128,558
Grecia 125,849 127,195
Corea del sud 49,141 100,255
Sri Lanka 70,908 92,243
Lebanon 86,599 90,395
Hong Kong 76,303 90,295
Paesi Bassi 86,950 88,609
Stati Uniti 64,832 83,996
Indonesia 67,952 73,527
Irlanda 57,338 72,378
Croazia 56,540 68,319
Fiji 58,815 62,778
Singapore 49,819 58 903
Polonia 59,221 58,447
Thailandia 32,747 53,393
Giappone 29,469 52,111
Repubblica di Macedonia 48,577 49,704
Malta 48,978 48,870
Iraq 40,400 48,348
Canada 33,198 44,118
Serbia e Montenegro 68,879 42,064
Egitto 38,782 41,163
Turchia 37,556 39,989
Taiwan 31,258 38,025
Bosnia and Herzegovina 27,328 37,470
Iran 25,659 33,696
Zimbabwe 21,142 31,779
Cambogia 28,175 31,397
Pakistan 19,768 31,277
Romania 14,500 18,320
Papua Nuova Guinea 26,302 31,225
Francia 20,054 30,631

Differenti tipi di immigrazione[modifica | modifica wikitesto]

Esistono un numero diverso di tipologie di immigrazione australiana classificata sotto diverse categorie di visto:

  • visto lavorativo: il visto lavorativo australiano p concesso per lo più ai lavoratori con un'alta specializzazione. I candidati sono valutati secondo un sistema basato su un punteggio. Questi tipi di visto sono promossi dagli stati, che assumolo lavoratori secondo specifici bisogni. I visti possono essere concessi anche ai candidati sponsorizzati da un'azienda australiana. I visto lavorativo sponsorizzato più popolare è il visto 457 (457 visa) che include anche un'assicurazione sanitaria.
  • visto studentesco: gli studenti stranieri sono attivamente incoraggiati dal governo a studiare in Australia.
  • Visto familiare: Il visto familiare è spesso garantito sulla base di legami familiari tra il residente australiano e chi vive all'estero.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]