Immagina che

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Immagina Che
Immagina che.JPG
Una scena del film
Titolo originale Imagine That
Paese di produzione Stati Uniti d'America, Germania
Anno 2009
Durata 107 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, avventura
Regia Karey Kirkpatrick
Sceneggiatura Ed Solomon
Chris Matheson
Musiche Mark Mancina
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Immagina Che (Imagine That) è un film del 2009 diretto da Karey Kirkpatrick e interpretato da Eddie Murphy. Questo è l'ultimo film in cui Eddie Murphy viene doppiato dalla voce storica di Tonino Accolla, che nei successivi lavori del comico viene sostituito da Sandro Acerbo.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Evan è un impegnato uomo d'affari, separato dalla moglie e con una bambina, Olivia, spesso trascurata dal padre che pensa solo a lavorare. Un giorno, Evan scopre che la figlia è in grado di prevedere futuri fatti finanziari (fallimenti, fusioni tra società, compravendita di azioni) con una precisione sbalorditiva. Chiedendo a Olivia come ci riesca, lei capisce che assecondando il padre può finalmente passare del tempo con lui. Gli spiega che è in contatto con strane regine di un paese magico, raggiungibile solo dopo danze sotto un lenzuolo. I giorni passano, Olivia ed Evan non sbagliano un colpo, e lo stesso Evan inizia a essere attratto più dal lenzuolo che dalla figlia.

Nel frattempo, Johnny Whitefeather, un collega nemico di Evan geloso del suo successo, scopre quale sia il motivo della bravura di Evan, e va da una tribù indiana per comprarne uno uguale. Evan, ormai accecato dal desiderio di possedere il lenzuolo, entra in casa di un suo amico dove la figlia stava dormendo in compagnia di amici, e tenta di rubarlo. Olivia, delusissima dal comportamento del padre, glielo consegna dicendo però di non volerlo presente alla recita che stava preparando con tanto entusiasmo. Alla fine, dopo un colloquio con un importante manager che voleva assumere uno tra Evan e Johnny, il protagonista capisce di aver deluso la figlia e si congeda frettolosamente e prematuramente dalla riunione lasciando sgomenti i presenti, presentandosi poi appena in tempo per veder concludere in grande stile la recita di Olivia poco prima che cominciasse a cantare. Come scena finale, Evan ottiene il posto che tanto aspettava, avendo colpito il manager in modo positivo per la libertà nei suoi confronti di seguire ciò che aveva di più caro, a dispetto dei tanti leccapiedi con i quali ha avuto a che fare.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Eddie Murphy è stato nominato ai Razzie Awards 2009 come peggior attore protagonista.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema