Imera settentrionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Imera Settentrionale
Stato Italia Italia
Regioni Sicilia Sicilia
Lunghezza 35 km
Bacino idrografico 342,03 km²
Altitudine sorgente 848 m s.l.m.
Nasce Monte Mufara
Affluenti Salito, Rio Secco, Fosso Inferno, Portella, Mandaletto, Garbinogara
Sfocia nei pressi di Imera
nel mar Tirreno

L'Imera settentrionale (o Fiume Grande, Himèras, Ημέρας in greco antico) è un fiume del Nord della Sicilia lungo 35 km. Ha un bacino idrografico di 342,03 km²[1] ed è uno dei principali fiumi siciliani che sfociano nel mar Tirreno.

Corso del fiume[modifica | modifica wikitesto]

Nasce con il nome di Torrente Fichera presso il monte Mufara, a quota 848 m s.l.m. Scorre incassato, costeggiando l'Autostrada A19, in un tratto tipicamente di montagna, fino all'incontro con il suo principale affluente, il torrente Salito, alla cui confluenza muta denominazione, diventando l'Imera. Da qui, con letto ampio e ciottoloso, prosegue verso nord, sempre costeggiando la A19, andando poi a sfociare nei pressi dell'uscita autostradale di Buonfornello (dove la la A20 si congiunge con la A19), vicino ai resti della colonia greca di Imera.

Regime[modifica | modifica wikitesto]

Il fiume ha regime spiccatamente torrentizio con piene autunnali e magre estive. Le sue acque vengono utilizzate a scopo irriguo.

Aspetti della valle dell'Imera[modifica | modifica wikitesto]

La valle dell'Imera è condizionata storicamente dal ruolo avuto di confine fra il Val Demone e il Val di Mazara. La stanzialità umana nella valle dell’Imera è molto limitata; i centri urbani si distaccano fortemente dall’alveo del fiume e non vi sono né masseriemulini né collegamenti longitudinali.

Dal punto di vista culturale è certamente la regione più povera poiché non v’insiste un’agricoltura ricca. Le pendici fluviali sono fortemente degradate ed erose, e solo recentemente la disponibilità idrica abbondante ha favorito la formazione di consorzi d’irrigazione che provocano rapidamente trasformazioni agrarie in senso moderno.

La valle dell’Imera non è stato un transito sicuro nemmeno in epoche preistoriche, ma grava nella parte bassa fondamentale sulla fascia costiera. È una regione che risente fortemente dell’autostrada, la quale ne ha modificato di recente il significato e le valenze, trasformandola per la prima volta in un sistema di collegamento longitudinale moderno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Regione Siciliana, Bacino idrografico Imera Settentrionale (R19030).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia