Ilsa la belva del deserto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ilsa, la belva del deserto)
Ilsa la belva del deserto
Ilsa, la belva del deserto.JPG
Una scena del film
Titolo originale Ilsa, Harem Keeper of the Oil Sheiks
Lingua originale inglese
Paese di produzione Canada, Stati Uniti
Anno 1976
Durata 93 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.66:1
Genere erotico, guerra, splatter
Regia Don Edmonds
Soggetto Langston Stafford
Sceneggiatura Langston Stafford
Produttore Don Edmonds
Produttore esecutivo Don Behrns
Casa di produzione Mount Everest Enterprises Ltd.
Distribuzione (Italia) Cambist Films
Fotografia Dean Cundey, Glenn Roland
Montaggio Idi Yanamar
Scenografia J. Michael Riva
Costumi Frances Dennis
Trucco Joe Blasco, David Dittmar
Interpreti e personaggi

Ilsa la belva del deserto (Ilsa, Harem Keeper of the Oil Sheiks) è un film splatter-erotico del 1976 diretto da Don Edmonds, sequel del cult Ilsa la belva delle SS. Il film si avvale della presenza di Dyanne Thorne nel ruolo del luogotenente nazista Ilsa, questa volta trasferita negli Emirati Arabi, dove avrà a che fare con potenti sceicchi e comandanti statunitensi. Dato che il primo film era stato censurato con una X dalla MPAA, in questo film i produttori decisero di contenere le scene di sesso e violenza affinché esso potesse essere visto da un pubblico più vasto.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver trovato un nuovo datore di lavoro, né morta né cambiata di una virgola, alla fine della seconda guerra mondiale, Ilsa lavora in casa di un ricco sceicco arabo su donne che vengono usate come schiave sessuali. Tra le sue vittime stavolta vi sono la figlia di un milionario americano, una star cinematografica ed un attraente fotoreporter. Tra le varie torture, il seno di una donna viene tagliato dalla crudele dottoressa, i suoi piedi vengono dati in pasto alle formiche rosse e, in ultimo, questa viene uccisa da un coccodrillo.

Il film[modifica | modifica sorgente]

Come il precedente, il film è un'accozzaglia di sexploitation, splatter e gore. Poco considerato ai tempi dell'uscita, il film è stato rivalutato da vari siti web come Horror Watch, il quale scrive che "il film è l'ideale per chiunque voglia vedere seni e nudità d'ogni genere, oltreché sangue e budella sullo schermo per un'ora e mezzo".[2] D'altronde, questo è lo scopo dell'intera serie di Ilsa e forse del genere "nazisploitation", al quale la pellicola appartiene.[2] Tra le tante attrazioni del film, azione a gogò, ragazze nude che giocano al "kung fu" con la 'belva', soldati che si sparano tra di loro, urla femminili, caos e seni di fuori.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Curiosità for Ilsa, Harem Keeper of the Oil Sheiks (1976). URL consultato l'8 agosto 2008.
  2. ^ a b c Horror Watch: Exploitation: Ilsa, Harem Keeper of the Oil Sheiks. URL consultato l'8 agosto 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]