Illustrissimi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Illustrissimi è un volume pubblicato nel gennaio del 1976 ad opera del Patriarca di Venezia card. Albino Luciani, il quale due anni e mezzo dopo sarebbe stato nominato pontefice con il nome di Giovanni Paolo I.

Si tratta di una raccolta di "lettere aperte" scritte da Luciani tra il 1971 e il 1975 sul Messaggero di sant'Antonio a personaggi storici e della mitologia, a scrittori, personaggi della letteratura italiana e straniera, o a Santi della Chiesa cattolica.

Questi scritti mettono bene in luce lo stile oratorio del futuro papa, acculturato ma allo stesso tempo semplice e diretto.

I personaggi di Illustrissimi[modifica | modifica sorgente]

  1. Giuseppe Gioachino Belli[1]
  2. San Bernardino da Siena[2]
  3. San Bernardo[3]
  4. San Bonaventura da Bagnoregio[4]
  5. Casella[5]
  6. Gilbert Keith Chesterton[6]
  7. Pavel Ivanovic Cicikov[7]
  8. Luigi Cornaro[8]
  9. Maria Teresa d'Austria[9]
  10. Re Davide[10]
  11. Santa Teresa d'Avila[11]
  12. Santa Teresa di Lisieux[12]
  13. San Francesco di Sales[13]
  14. Paolo Diacono[14]
  15. Charles Dickens[15]
  16. Félix Dupanloup[16]
  17. Figaro il barbiere[17]
  18. Gesù Cristo[18]
  19. Johann Wolfgang von Goethe[19]
  20. Carlo Goldoni[20]
  21. Don Gonzalo[21]
  22. Andreas Hofer[22]
  23. Ippocrate[23]
  24. Lemuèl[24]
  25. San Luca[25]
  26. Aldo Manuzio[26]
  27. Alessandro Manzoni[27]
  28. Guglielmo Marconi[28]
  29. Christopher Marlowe[29]
  30. Orso di San Romedio[30]
  31. Charles Péguy[31]
  32. Penelope[32]
  33. Francesco Petrarca[33]
  34. Il circolo Pickwick[34]
  35. Pinocchio[35]
  36. Il "Pittore del castello"[36]
  37. Quintiliano[37]
  38. Walter Scott[38]
  39. Trilussa[39]
  40. Mark Twain[40]

Note[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]