Ilduino di Saint Denis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ilduino (Francia, 775 circa – Parigi, 22 novembre 840) fu abate dell'abbazia di Saint-Denis, oltre che di altre abbazie, ed arcicappellano di Ludovico il Pio.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da un’importante famiglia franca, fu educato alla scuola di Alcuino di York. Nell'815 divenne abate di Saint-Dénis a Parigi, a cui furono poi aggiunte le abbazie di Saint-Germain des Prés, di Saint-Médard a Soissons e di Saint-Ouen. L'imperatore Ludovico il Pio lo nominò, intorno all'819, suo arcicappellano.

Nell'824 accompagnò il figlio di Ludovico, Lotario, a Roma, dove questi si oppose all'elezione di papa Eugenio II. Da Roma riportò reliquie di san Sebastiano che fece custodire nell’abbazia di Saint-Médard. Nella guerra che nell'830 oppose Ludovico ai figli, Ilduino appoggiò questi ultimi, venendo esiliato prima a Paderborn e poi nell’abbazia di Corvey, in Sassonia; riottenuto il favore dell'imperatore nell'831, poté ritornare nell'abbazia di Saint-Denis.

Nell'835 Ludovico gli chiese di scrivere una biografia di san Dionigi di Parigi, che Ilduino confuse con Dionigi l'Areopagita,[senza fonte] il mitico ateniese convertito da san Paolo. Ilduino collaborò anche alla stesura degli Annali imperiali.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. d'Onofrio, Storia della teologia nel Medioevo, Casale Monferrato, 1996

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Abate di Saint-Denis Successore TerritorialAbbotCoA PioM.svg
Waldo di Reichenau
805 - 814
814 - 841 Luigi
841 - 867
Predecessore Abate di Saint-Germain-des-Prés Successore TerritorialAbbotCoA PioM.svg
Irminone
811 - 829
829 - 841 Ebroino
841 - 849

Controllo di autorità VIAF: 160216641 LCCN: nr95046594