Ildegarda di Baviera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la figlia di Ludovico III, vedi Ildegarda di Baviera (1881-1948).
Ildegarda Wittelsbach
HildegardBayern.jpg
Duchessa di Teschen
Arciduchessa d'Austria
Nome completo in tedesco: Hildegard Luise Charlotte Theresia Friederike
Altri titoli Principessa Reale di Baviera, arciduchessa d'Austria
Nascita Würzburg, 10 giugno 1825
Morte Vienna, 2 aprile 1864
Dinastia Wittelsbach
Asburgo-Lorena
Padre Ludovico I di Baviera
Madre Teresa di Sassonia-Hildburghausen
Consorte Arciduca Alberto, Duca di Teschen
Figli Maria Teresa, Duchessa di Württemberg
Arciduca Carlo
Arciduchessa Matilde

Ildegarda Luisa Carlotta di Wittelsbach (Würzburg, 10 giugno 1825Vienna, 2 aprile 1864) era la settima figlia del re Ludovico I di Baviera e della consorte Teresa di Sassonia-Hildburghausen.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ildegarda era una figlia di re Ludovico I di Baviera, e di sua moglie, Teresa di Sassonia-Hildburghausen.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Venne data in sposa a Alberto d'Asburgo-Teschen, nipote dell'imperatore Leopoldo II d'Asburgo-Lorena. Il matrimonio venne celebrato il 1 maggio 1844 a Monaco e sanciva l'unione tra due grandi dinastie europee: i Wittelsbach e gli Asburgo. Ebbero tre figli:

Dopo la nascita della sua seconda figlia, Hildegard fece numerosi soggiorni termali, per avere altri bambini. Dal momento che il marito l'Arciduca Alberto era rimasto senza un erede maschio, adottarono il nipote, l'arciduca Federico. Questo ereditò, dopo la morte di Alberto, tutti i beni e le proprietà.

Ildegarda di Baviera era una cugina di Elisabetta. Era una signora religiosa e patrona di numerose associazioni di solidarietà.

Morte[modifica | modifica sorgente]

Durante il suo soggiorno a Monaco di Baviera per il funerale di suo fratello, il re Massimiliano II (1811 - 1864) nel marzo 1864, l'arciduchessa Ildegarda si ammalò di una infiammazione polmonare e pleurite, e morì. È sepolta nella cripta dei Cappuccini, a Vienna.

Antenati[modifica | modifica sorgente]

Ildegarda di Baviera Padre:
Ludovico I di Baviera
Nonno paterno:
Massimiliano I Giuseppe di Baviera
Bisnonno paterno:
Federico Michele di Zweibrücken-Birkenfeld
Trisnonno paterno:
Cristiano III del Palatinato-Zweibrücken
Trisnonna paterna:
Carolina di Nassau-Saarbrücken
Bisnonna paterna:
Maria Francesca del Palatinato-Sulzbach
Trisnonno paterno:
Giuseppe Carlo del Palatinato-Sulzbach
Trisnonna paterna:
Elisabetta Augusta Sofia del Palatinato-Neuburg
Nonna paterna:
Augusta Guglielmina d'Assia-Darmstadt
Bisnonno paterno:
Giorgio Guglielmo d'Assia-Darmstadt
Trisnonno paterno:
Luigi VIII d'Assia-Darmstadt
Trisnonna paterna:
Carlotta Cristina Maddalena Giovanna di Hanau-Lichtenberg
Bisnonna paterna:
Maria Luisa Albertina di Leiningen-Dagsburg-Falkenburg
Trisnonno paterno:
Cristiano Carlo Reinardo di Leiningen-Dachsburg-Falkenburg-Heidesheim
Trisnonna paterna:
Caterina Polissena di Solms-Rödelheim-Assenheim
Madre:
Teresa di Sassonia-Hildburghausen
Nonno materno:
Federico di Sassonia-Altenburg
Bisnonno materno:
Ernesto Federico III di Sassonia-Hildburghausen
Trisnonno materno:
Ernesto Federico II di Sassonia-Hildburghausen
Trisnonna materna:
Carolina di Erbach-Fürstenau
Bisnonna materna:
Ernestina Augusta di Sassonia-Weimar
Trisnonno materno:
Ernesto Augusto I di Sassonia-Weimar
Trisnonna materna:
Sofia Carlotta di Brandeburgo-Bayreuth
Nonna materna:
Carlotta di Meclemburgo-Strelitz
Bisnonno materno:
Carlo II di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonno materno:
Carlo Ludovico Federico di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonna materna:
Elisabetta Albertina di Sassonia-Hildburghausen
Bisnonna materna:
Federica Carolina Luisa d'Assia-Darmstadt
Trisnonno materno:
Giorgio Guglielmo d'Assia-Darmstadt
Trisnonna materna:
Maria Luisa Albertina di Leiningen-Dagsburg-Falkenburg

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Dama dell'Ordine di Teresa - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine di Teresa
Dama dell'Ordine della Croce stellata - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine della Croce stellata

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 28001961