Il viaggio dell'elefante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il viaggio dell'elefante
Autore Josè Saramago
1ª ed. originale 2008
1ª ed. italiana 2009
Genere romanzo
Lingua originale portoghese
Ambientazione Europa
Protagonisti L'elefante Salomone

Il viaggio dell'elefante è un romanzo di José Saramago, è uscito in Portogallo nel 2008 ed è stato tradotto in Italia nel 2009. Si svolge nel pieno delle guerre di religione.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Protagonista è l'elefante Salomone, che il re del Portogallo, su consiglio della pia sposa, Caterina d'Austria, decide di donare all'Arciduca d'Austria Massimiliano, al momento reggente in Spagna. Inizia così il viaggio, surreale e pittoresco, dalla Spagna verso Vienna. Il dono reale è accompagnato da folta scorta militare, da preti, da cavalli e buoi, ma, soprattutto, dal suo affezionato custode indiano, Subhro. L'avventurosissimo percorso, per terra e per mare e attraverso il valico del Brennero è seguito da folle stupite e festanti, fino all'arrivo a Vienna. Con l'ironia che gli è solita e con una leggerezza nuova, Saramago trascina il lettore nelle piccole storie che fanno la Storia.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]