Il tulipano nero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Il tulipano nero (disambigua).
Il tulipano nero
Titolo originale La tulipe noire
Autore Alexandre Dumas padre
1ª ed. originale 1850
Genere romanzo
Sottogenere avventura
Lingua originale francese
Ambientazione Paesi Bassi, fine XVII secolo
Protagonisti Cornelius Van Bearle
Antagonisti Isaac Boxtel
Altri personaggi Corneille de Witt, Governatore della Provincia.

Il tulipano nero è un romanzo di Alexandre Dumas padre scritto in collaborazione con Auguste Maquet nel 1850.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Contesto storico[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Bolla dei tulipani.

Siamo nei Paesi Bassi, la terra dei tulipani, nel '600, il cosiddetto secolo d'oro olandese. Qui si sta svolgendo un'accesa lotta politica per il potere tra il Gran Pensionario, il borghese Johan de Witt, e lo Statolder, l'aristocratico Guglielmo III d'Orange. Nello specifico, va ricordato che, con il primo diffondersi dei tulipani, allora importati in Europa dall'Oriente, si sviluppò una vera e propria mania tra le classi altolocate del paese per questi fiori. Il loro prezzo crebbe enormemente, fino a quindici volte il salario di un contadino, anche per effetto della speculazione di molti olandesi che investirono i loro capitali in quello che fu chiamato il commercio del vento per l'impossibilità di stabilire un mercato su basi stabili. Intervenne anche il governo per regolare il mercato e, con la maggiore quantità commerciata, i prezzi inevitabilmente crollarono: la cosiddetta bolla dei tulipani è probabilmente il primo caso nella storia di una "bolla speculativa" commerciale e finanziaria.

Intreccio[modifica | modifica wikitesto]

La storia di Dumas, un racconto d'amore e di spionaggio industriale, vede protagonista il medico Cornelius Van Bearle che, pur appartenendo a una ricca famiglia dell'Aja, non vuole arricchirsi ancora di più, ma investe grosse somme di denaro nella sua mania per i tulipani alla ricerca di forme e colori sempre più nuovi fino a riuscire a creare l'impossibile tulipano nero,[1] per il quale la città di Haarlem offre il ricchissimo premio di centomila fiorini.

Cornelius sta quasi per riuscirci ma un vicino invidioso, Isaac Boxtel, organizza un piano per rubargli i preziosi bulbi e lo accusa di aver complottato con il Gran Pensionario de Witt, sconfitto e trucidato nel frattempo dagli orangisti. Mentre Cornelius, incarcerato e totalmente all'oscuro delle vicende politiche, è in attesa di essere giustiziato, conosce la bella figlia del carceriere, Rosa, che s'innamora di lui; la giovane lo salverà e riuscirà a far fiorire i bulbi del meraviglioso tulipano nero.

Film[modifica | modifica wikitesto]

L'opera ha avuto diversi adattamenti cinematografici, tra cui:[2]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il tulipano nero non fu mai propriamente ottenuto, ma ne esiste uno chiamato anche Queen of Night dal colore molto scuro.
  2. ^ Il tulipano nero (1964) - Collegamenti ad altri film.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura