Il trono di sangue

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Il trono di sangue
Il trono di sangue.jpg
Minoru Chiaki (in fondo) e Toshiro Mifune (in primo piano) in una scena del film
Titolo originale 蜘蛛巣城, Kumonosu-jō
Paese di produzione Giappone
Anno 1957
Durata 114 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Akira Kurosawa
Soggetto William Shakespeare
Sceneggiatura Shinobu Ashimoto, Ryuzo Kikushima, Hideo Oguni, Akira Kurosawa
Fotografia Asaichi Nakai
Montaggio Akira Kurosawa
Effetti speciali Eiji Tsuburaya
Musiche Masaru Satô
Scenografia Yoshiro Muraki, Kohei Ezaki
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Di tutto quello che l’uomo compie in questo mondo nulla resterà »
(spirito del bosco)

Il trono di sangue (蜘蛛巣城 Kumonosu-jō?), conosciuto anche come Il castello della ragnatela (traduzione letterale del titolo originale), è un film del 1957 diretto da Akira Kurosawa. Si tratta di un adattamento cinematografico del Macbeth, tragedia di Shakespeare, ambientato nel Giappone medioevale del XVI secolo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Taketoki Washizu è un nobile a cui viene profetizzata l'ascesa al potere e l'invincibilità fino a quando la foresta non si muoverà verso il suo castello. La profezia si avvera: Washizu, consigliato dalla moglie Asaji, uccide il re ed usurpa il trono, mentre l'amico Miki si impadronisce di un castello. Durante i funerali del re, i guerrieri vengono a conoscenza del delitto e Washizu e Asaji vengono assaliti dai sensi di colpa. Istigato ancora dalla moglie, Washizu esercita ancora di più il suo dispotico potere combattendo contro tutti coloro che lo ostacolano ma, durante un banchetto, l'ombra dell'assassinato gli appare davanti. Intanto una parte del paese si ribella e un esercito marcia contro il castello. Alla fine, Washizu si trova di fronte l'esercito nemico che avanza proteggendosi con i rami degli alberi.

Realizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Presentato alla Mostra di Venezia del 1957, il film è una trasposizione shakespeariana nel clima medioevale nipponico. Il regista utilizza ampiamente la tecnica espressiva del teatro Nō e sostituisce alcuni dialoghi e monologhi con invenzioni visive. Rispetto al testo di Shakespeare, Kurosawa elimina alcuni personaggi di contorno e trasforma le tre streghe in un'unica Parca. L'azione è concentrata in tre ambienti: il Forte Nord, il Castello e la Foresta.

Nel 1985, a distanza di quasi trent'anni, Kurosawa dirigerà un altro adattamento shakespeariano, Ran, dal Re Lear.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema