Il terrore sul mondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il terrore sul mondo
Titolo originale The Creature Walks Among Us
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 1956
Durata 78 min
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere fantascienza, orrore
Regia John Sherwood
Soggetto Arthur A. Ross
Sceneggiatura Arthur A. Ross
Produttore William Alland
Casa di produzione Universal Pictures
Fotografia Maury Gertsman
Montaggio Edward Curtiss
Musiche Irving Gertz, Henry Mancini, Heinz Roemheld, Hans J. Salter, Herman Stein
Trucco Joan St. Oegger, Bud Westmore, Vincent Romaine
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il terrore sul mondo (The Creature Walks Among Us) è un film horror del 1956, diretto da John Sherwood e distribuito in Italia nel 1960.

È capitolo conclusivo di una saga cult degli Universal Studios iniziata nel 1954 con Il mostro della laguna nera e proseguita l'anno successivo con La vendetta del mostro.

Trama[modifica | modifica sorgente]

In seguito alla fuga del Mostro della laguna nera da Ocean Harbor (Florida), un gruppo di scienziati sotto la guida del freddo e avido Dr. William Barton si reca verso le Everglades per catturare la creatura.

Barton riesce nell'intento, e dopo una breve fuga della creatura, arresta la sua corsa appiccando un incendio. Il mostro è vivo ma gravemente ustionato; viene portato sul battello dove i medici dello staff di Barton tentano di curarlo. La creatura, bendata e immobilizzata, rischia di morire asfissiata perché le branchie sono compromesse ma le radiografie mostrano che possiede anche dei primitivi polmoni, che non vengono utilizzati perché chiusi da una membrana. I dottori operano il mostro liberando i polmoni, che cominciano presto a funzionare, permettendogli di respirare fuori dall'acqua. Le squame del mostro sono state distrutte dal fuoco ma, con sorpresa, i dottori scoprono che sotto di esse c'è uno strato di pelle simile a quella umana.

Ammaliati dalla creatura e convinti che abbia dei sentimenti, i medici cercano di fargli avere un rapporto con gli umani. Il piano però fallisce del tutto: infatti Barton non riesce a capacitarsi di ciò che sta facendo il team e, in preda ad un raptus omicida, uccide il dr. Jed Grant, che aveva fatto conoscere alla creatura sua moglie Marzia.

Una volta tornato in sé, Barton accusa abilmente la creatura del brutale omicidio, nonostante essa abbia dato la propria versione dei fatti viene rinchiusa in una cella delimitata da una protezione ad alta tensione.

Proprio quando il processo di "umanizzazione" sembrava avviarsi al compimento, la creatura dimentica ogni insegnamento regalatoli dai medici, e in preda ad una furia cieca sfonda le protezioni elettriche della gabbia seminando terrore per la cittadina alla ricerca di Barton.

Una volta arrivato alla meta, il protagonista/antagonista non si fa impietosire dal viso piangente di Barton, e assetato di vendetta uccide in modo ancor più brutale il famelico dottore.

Giunti ormai all'alba, il mostro osserva con rimpianto le impetuose acque dell'Oceano Atlantico, acque che ormai gli sono precluse per sempre, avendo egli perso definitivamente la possibilità di respirare in quell'elemento. Il film si chiude sulle immagini del mostro che avanza faticosamente sulla spiaggia tentando di raggiungere l'oceano, presumibilmente per andarvi a morire dentro.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il mostro della laguna nera è stato interpretato da due attori, Ricou Browning per le riprese subacquee, e Don Megowan per le scene in terraferma.

Le sequenze e gli ambienti sott'acqua sono stati filmati a Wakulla Springs (Florida), oggi un parco nazionale.

Per non rischiare un flop proprio con l'ultimo capitolo della trilogia e per evitare di non lievitare con la spesa messa a disposizione, gli Universal Studios presero la decisione di non girare la pellicola in tridimensionale.

Il produttore William Alland aveva richiesto nuovamente la partecipazione di Jack Arnold alla regia, ma dopo il suo rifiuto puntò su Sherwood, in precedenza collaboratore di Arnold.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il terrore sul mondo di MyMovies; ultimo accesso il 28-10-2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]