Il romanzo di Tillie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il romanzo di Tillie
Punctured Romance.jpg
Marie Dressler, Charlie Chaplin, Mabel Normand
Titolo originale Tillie’s Punctured Romance
Paese di produzione USA
Anno 1914
Durata 73 min (82’ dopo restauro 2003)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere comico
Regia Mack Sennett e (non accreditato) Charles Bennett
Soggetto dalla commedia teatrale Tillie's Nightmare di A. Baldwin Sloane e Edgar Smith (non accreditati)
Sceneggiatura Hampton Del Ruth, Craig Hutchinson e Mack Sennett (non accreditati)
Produttore Mack Sennett
Casa di produzione Keystone Film Company
Fotografia Hans F. Koenekamp, Frank D. Williams (non accreditati)
Musiche William P. Perry
Interpreti e personaggi
Il romanzo di Tillie

Il romanzo di Tillie, è un film muto del 1914 diretto da Mack Sennett e (non accreditato) Charles Bennett. Interpretato da Charlie Chaplin, Marie Dressler e Mabel Normand, fu proiettato la prima volta il 14 novembre 1914.

Pietra miliare nella storia della commedia cinematografica, in quanto primo lungometraggio (6 rulli per una durata di circa 90’ contro una media di 15’ a cui erano abituati gli spettatori dell'epoca).

L'ultimo film in cui Chaplin fu diretto da un altro regista e l'ultimo in cui fu la spalla di un altro attore, nello specifico un'attrice: Marie Dressler, star di Broadway e ingaggiata da Sennett proprio per il rifacimento cinematografico dell'omonima pièce teatrale che la stessa Dressler aveva portato al successo in teatro nel 1910.

La troupe della Keystone al gran completo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tillie è una semplice ragazzotta di campagna casualmente imbattutasi nel dongiovanni di passaggio sulle sue proprietà e accidentalmente colpito con un sasso. Invaghitasene lo presenta al padre diffidente al quale, circuita da Charlot, sottrarrà del denaro convinta a seguirlo in città.

Una volta impossessatosi del denaro l'imbroglione abbandona Tillie per la sua vecchia fiamma sperperando in vestiti e ristoranti alla grande. Tillie disperata si abbandona all'alcool finendo per essere arrestata salvo riguadagnare la libertà una volta chiarito essere la nipote, nonché ereditiera di un conosciuto proprietario terriero.

Vergognandosi di tornare dalla famiglia, la ragazza trova occupazione come cameriera nel ristorante in cui finirà per entrare Charlot con la sua compagna; riconosciutolo, Tillie scatenerà il finimondo ribaltando il locale e il suo ex, costringendolo a fuggire nel parco dove questi apprenderà, leggendo il quotidiano, della scomparsa dello zio di Tillie e dell'eredità acquisita da questa.

Charlot torna sui suoi passi, si scusa con Tillie (ancora ignara dell'eredità) riguadagnandone la fiducia e convincendola a sposarlo immediatamente. Due detectives raggiungono Tillie per annunciarle il tragico o meglio insperato evento della scomparsa dello zio con conseguente lascito a suo favore; il dubbio sull'effettivo interesse del neomarito si insinua in Tillie. Fatto ritorno al paese natale, impossessatisi della casa patrizia dello zio, gli sposi indicono una grandiosa festa per le presentazioni.

Durante il cui svolgimento Charlot, nonostante la stretta sorveglianza di Tillie, riallaccerà la tresca con la vecchia fiamma nel frattempo raggiuntolo. Ma saranno scoperti in flagrante e cacciati a revolverate da una Tillie impazzita e disperata.

Improvvisa ricomparsa dello zio erroneamente dato per morto dal giornale: stupore di Tillie e invitati. Cacciata generale di tutti quanti, nipote compresa, e inseguimento dell'imbroglione e la compagna lungo il molo, dove, grazie al contributo di una pattuglia dei Keystone Cops sopraggiunta per ristabilire la calma, finiranno tutti per precipitare in mare: Tillie, invitati e pattuglia.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito dalla Mutual Film e dalla Alco Film Corporation: uscì nelle sale il 21 dicembre 1914.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema