Il ritmo del successo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il ritmo del successo
CenterStageFilm.jpg
Amanda Schull e Ethan Stiefel in una scena del film
Titolo originale Center Stage
Lingua originale Inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2000
Durata 115 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.35:1
Genere drammatico, musicale
Regia Nicholas Hytner
Sceneggiatura Carol Heikkinen
Produttore Laurence Mark
Fotografia Geoffrey Simpson
Montaggio Tariq Anwar
Musiche George Fenton
Scenografia David Gropman
Costumi Ruth Myers
Interpreti e personaggi

Il ritmo del successo è un film del 2000, diretto da Nicholas Hytner, incentrato sul tema della danza.

Il film colpisce lo spettatore non per la trama, quasi inesistente, ma per i numeri di alto livello eseguiti da ballerini professionisti e per le coreografie spettacolari.

Fra i protagonisti Ethan Stiefel, primo ballerino dell'American Ballet Theatre, la ballerina professionista Amanda Schull, e l'attrice Zoë Saldaña, nota per i suoi studi di danza classica.

In questo film fa il suo esordio Ilia Kulik, pattinatore russo vincitore delle Olimpiadi invernali del 1998.

L'uscita del film in Italia fu programmata per il 15 settembre 2000.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dopo una serie di audizioni a livello nazionale, 12 ballerini ottengono la possibilità di entrare a far parte dell'American Ballet Academy di New york.

La storia si articola intorno al sudore, la sofferenza, la competizione, e gli amori di questo gruppo di ballerini, poco più che adolescenti, che nel corso dell'anno si impegnano in vista della prima, che consentirà, ad alcuni di loro, di entrare a far parte della compagnia di danza della scuola.

Coreografie[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • L'American Ballet Academy è liberamente ispirata al School of American Ballet così come American Ballet Company sembra ispirata all'American Ballet Theatre o al New York City Ballet.
  • All'interno del film si sviluppa una sottostoria che vede Cooper Nielson impegnato a sedurre una ricca imprenditrice per conto di Jonathan Reeves al fine di finanziare la scuola. Un articolo del New York Times dal titolo ""How Much Is That Dancer in the Program?" uscito il 15 agosto 2004 rivelerà come Stiefel abbia sedotto in egual modo Anka Palitz.
  • La controfigura di Zoe Saldana nelle scene di balletto è la ballerina Aesha Ash.
  • Le riprese sono stata effettuate nel New York State Theater e negli studi di Williamsburg a Brooklyn.
  • Il film fu parodiato in Dance Flick (2009).

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Center Stage: Turn It Up (2008) un film del regista Steven Jacobson.

La storia vede come protagonista questa volta Kate (Rachele Brooke Smith), una ballerina autodidatta cresciuta a Detroit, che ha come sogno nel cassetto quello di entrare nel prestigioso American Ballet di New York. La competizione però è agguerritissima e la ragazza non supera il provino. Ma fallire una volta non significa rinunciare e per Kate la lotta per il successo continua... a passo di danza!

Colonna Sonora[modifica | modifica sorgente]

  1. I Wanna Be With You - Mandy Moore
  2. First Kiss - International Five
  3. Don't Get Lost In The Crowd - Ashley Ballard
  4. We're Dancing - P.Y.T.
  5. Friends Forever - Thunderbugs
  6. Get Used To This - Cyrena
  7. A Girl Can Dream - P.Y.T.
  8. Cosmic Girl - Jamiroquai
  9. Higher Ground - Red Hot Chili Peppers
  10. Come Baby Come - Elvis Crespo\Gizelle D'Cole
  11. The Way You Make Me Feel - Michael Jackson
  12. If I Was The One - Ruff Endz
  13. Canned Heat - Jamiroquai
  14. I Wanna Be With You - Mandy Moore

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema