Il raggio invisibile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il raggio invisibile
Boris Karloff in The Invisible Ray trailer.jpg
Boris Karloff nel ruolo del dottor Janos Rukh
Titolo originale The Invisible Ray
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1936
Durata 80 min
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Rapporto 1.37 : 1
Genere orrore, fantascienza, thriller
Regia Lambert Hillyer
Soggetto Howard Higgin, Douglas Hodges
Sceneggiatura John Colton
Produttore Edmund Grainger
Produttore esecutivo Fred S. Meyer
Casa di produzione Universal Pictures
Fotografia George Robinson
Montaggio Bernard W. Burton
Musiche Franz Waxman
Scenografia Albert S. D'Agostino
Costumi Brymer (gowns)
Trucco Otto Lederer, Jack P. Pierce
Interpreti e personaggi

Il raggio invisibile (The Invisible Ray) è un film del 1936 diretto da Lambert Hillyer.

È un film horror statunitense a sfondo fantascientifico e thriller con Boris Karloff (accreditato solo come "Karloff"), Bela Lugosi e Frances Drake.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Uno scienziato visionario, il dottor Janos Rukh, inventa un telescopio che può guardare a molti anni luce di distanza nello spazio e lo utilizza per osservare la galassia di Andromeda da dove raccoglie dei raggi di luce che mostrano il passato della Terra. Guardando verso il passato, su uno schermo, Rukh ed altri suoi colleghi scienziati osservano un grande meteorite che ha colpito la Terra migliaia di anni prima. Rukh convince i colleghi ad organizzare una spedizione per trovare i resti del meteorite in Africa.

Qui Rukh trova la meteora ma è esposto a forti radiazioni provocate da un elemento chiamato "Radium X". Il dottor Benet prende un pezzo della meteora e lo porta in Europa dove lo usa per guarire le persone, tra cui i ciechi. Rukh, che soffre per le radiazioni, deve subire dei trattamenti speciali quotidianamente in quanto diventa luminescente nelle ore notturne, emanando luce e radiazioni e risultando letale alle altre persone e ciò lo sta facendo impazzire. La situazione è complicata dalla relazione romantica tra la moglie, Diana, e Ronald Drake, il nipote di Lady Arabella Stevens, che faceva parte della spedizione africana. Con il desiderio di vendetta, Rukh segue i suoi nemici a Parigi. Lì finge la propria morte, per cui Ronald e Diana si sposano. Rukh utilizza quindi le radiazioni tossiche che il suo corpo emana per uccidere i membri della spedizione. Egli salva Ronald e Diana con l'intenzione di ucciderli per ultimi, ma si scopre incapace di uccidere la moglie.

L'esitazione di Rukh lo porta vicino al punto in cui il livello delle radiazioni potrebbe risultare fatale ad egli stesso. Egli era sempre stato in grado di allontanare la fase terminale grazie ad un antidoto sviluppato dal Dott. Benet. Ma la madre di Rukh rompe la bottiglia dell'antidoto e lui prende letteralmente fuoco, avvolto dalle fiamme.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film, diretto da Lambert Hillyer su una sceneggiatura di John Colton e un soggetto di Howard Higgin e Douglas Hodges, fu prodotto da Edmund Grainger[1] per la Universal Pictures[2] e girato nei Backlot, Universal Studios a Universal City, California,[3] dal 17 settembre 1935 al 25 ottobre 1935.[4] Diverse sequenze de Il raggio invisibile furono utilizzate per il serial cinematografico della Universal The Phantom Creeps con Bela Lugosi.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu distribuito con il titolo The Invisible Ray negli Stati Uniti dal 20 gennaio 1936[5] al cinema dalla Universal Pictures.[2]

Altre distribuzioni:[5]

  • in Francia il 15 maggio 1936 (Le rayon invisible)
  • in Svezia il 4 settembre 1936 (Den osynliga strålen)
  • in Danimarca il 14 febbraio 1938 (De usynlige Straaler)
  • in Portogallo il 22 marzo 1938 (O Raio Invisível)
  • negli Stati Uniti il 1º febbraio 1949 (redistribuzione)
  • in Germania Ovest il 6 aprile 1982 (Tödliche Strahlen, in TV)
  • in Belgio (Le rayon invisible)
  • in Austria (Der unsichtbare Strahl)
  • in Spagna (El poder invisible)
  • in Italia (Il raggio invisibile)
  • in Polonia (Niewidzialny promien)
  • in Brasile (O Poder Invisível)
  • in Grecia (To agaliasma tou thanatou)

Critica[modifica | modifica sorgente]

Secondo Fantafilm il film è caratterizzato da "una storia un po' risaputa, ma che avrebbe fornito occasioni per un crescendo melodrammatico-orrorifico". Karloff risulterebbe "affidabile" mentre il regista Hillyer "non fa un buon servizio". A questo si aggiungerebbe una "sceneggiatura schematica" che non motiverebbe in maniera adeguata la trama.[6] Secondo Leonard Maltin il film vanta una "storia interessante ma" è "una tacca al di sotto di altri lavori di Karloff-Lugosi".[7]

Promozione[modifica | modifica sorgente]

Le tagline sono:[8]

  • "Delving into new, strange fields of mystery!".
  • "Destruction to all he touched or looked upon!".
  • "In his brain - the world's most powerful secret!".

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 1 giugno 2013.
  2. ^ a b (EN) IMDb - Crediti per le compagnie. URL consultato il 1 giugno 2013.
  3. ^ (EN) IMDb - Luoghi delle riprese. URL consultato il 1 giugno 2013.
  4. ^ (EN) American Film Institute. URL consultato il 1 giugno 2013.
  5. ^ a b (EN) IMDb - Date di uscita. URL consultato il 1 giugno 2013.
  6. ^ MYmovies. URL consultato il 1 giugno 2013.
  7. ^ Leonard Maltin, Guida ai film 2009, Dalai editore, 2008, p.. ISBN 8860181631.
  8. ^ (EN) IMDb - Tagline. URL consultato il 1 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]