Il racconto del naufrago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il racconto del naufrago
Autore ignoto
1ª ed. originale periodo del Regno Medio
Genere romanzo
Lingua originale egiziano antico

Il racconto del naufrago è un romanzo della letteratura dell'Antico Egitto, composto da autore ignoto nel periodo del Regno Medio.

La storia comincia con il ritorno di un funzionario del faraone dalla Nubia, dove si era recato a capo di una spedizione commerciale. A causa del fallimento di questa, egli teme di tornare al cospetto del faraone, ma un suo amico cerca di rassicurarlo, affermando che parlando astutamente riuscirebbe di certo a rabbonire il suo re. In merito a questa vicenda decide di raccontargli la proprio esperienza personale: anni addietro, durante una spedizione ordinata dal faraone, la sua nave naufragò tra le onde del Mar Rosso e tutto l'equipaggio morì. Solo egli sopravvisse, e le acque lo spinsero su un'isola dove incontrò un serpente, il signore di Punt. Questi lo accolse e gli predisse che dopo 4 mesi sarebbe arrivata una nave e sarebbe potuto tornare a casa. Così avvenne, e prima di partire il serpente gli donò moltissimi oggetti preziosi da portare al faraone. Così egli fece ritorno in Egitto, mentre l'isola con il serpente scomparirono, e il faraone lo accolse benevolmente, facendolo addirittura entrare a far parte della proprio corte. Le parole dell'amico però non sortiscono l'effetto sperato, e il romanzo termina con le parole sconsolate del protagonista, cosciente della rovinosa sorte alla quale sta andando incontro.

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura