Il paziente inglese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il paziente inglese
Il paziente inglese.jpg
Ralph Fiennes in una scena del film
Titolo originale The English Patient
Paese di produzione Stati Uniti d'America, Gran Bretagna
Anno 1996
Durata 155 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere drammatico, romantico
Regia Anthony Minghella
Soggetto Michael Ondaatje
Sceneggiatura Anthony Minghella
Produttore Saul Zaentz
Fotografia John Seale
Montaggio Walter Murch
Musiche Johann Sebastian Bach, Irving Berlin, Richard Rodgers, Gabriel Yared
Scenografia Stuart Craig
Costumi Ann Roth
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il paziente inglese (The English Patient) è un film del 1996 diretto da Anthony Minghella, tratto dall'omonimo romanzo dello scrittore canadese Michael Ondaatje. Il paziente inglese è uno dei film più premiati della storia, mantenendo il record con Gigi di Vincente Minnelli e L'ultimo imperatore di Bernardo Bertolucci per aver vinto ben 9 Oscar nel 1997, oltre a 2 Golden Globe e 6 BAFTA mentre l'attrice Juliette Binoche fu premiata con l'Oscar (attrice non protagonista) e l'Orso d'Argento a Berlino come miglior attrice.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Seconda guerra mondiale. Il conte ungherese László Almásy non ha più un viso da quando il suo aereo è precipitato nel deserto e tutto il suo corpo si è trasformato in una gigantesca piaga. Hana è una giovane infermiera canadese, ha perso in guerra il suo fidanzato e successivamente la sua migliore amica in seguito ad un incidente nel convoglio su cui viaggiavano: a causa di queste tragedie decide di abbandonare i commilitoni e stabilirsi in un convento abbandonato vicino a Pienza (Siena) in attesa della imminente fine del conflitto.

In questa casa si prenderà cura dell'uomo sconosciuto che lei chiama paziente inglese; tra le altre cose Hana legge quotidianamente al paziente un libro a cui lui sembra tenere più di ogni altra cosa. Leggendo le storie di Erodoto Hana comincia ad essere attratta dal paziente e dai suoi misteri e nel frattempo sono proprio queste letture che riportano il paziente indietro nel tempo, a continui, piacevoli ma anche dolorosi, ricordi; lo riportano soprattutto al periodo prima della guerra, quando nel deserto del Nord Africa, che doveva mappare per conto della Reale Società Britannica, aveva conosciuto l'amata Katherine, pur sposata con il lord inglese Geoffrey Clifton.

Nel monastero trovano alloggio anche una spia canadese, infiltrata nei partigiani con lo scopo di disarmarli vista l'imminente fine del conflitto, di nome David Caravaggio, che conosce il nome e la storia del misterioso paziente inglese a causa di misteriosi contatti tra i due nel passato; e in seguito l'artificiere Sikh Kip Singh che si stabilirà nel monastero per bonificare la zona dalle bombe e mine antiuomo piazzate dai tedeschi. La presenza dell'artificiere consente ad Hana di dimenticare il suo fidanzato defunto e la sua morbosa passione per i ricordi del paziente inglese per concentrarsi sull'amore sano e genuino che nutre nei confronti del Sikh.

Produzione e Incassi[modifica | modifica sorgente]

Le riprese si sono svolte tra il 4 settembre 1995 e il 31 gennaio 1996 principalmente in Italia: a Trieste, Forte dei Marmi, Venezia, studi di Cinecittà a Roma, mentre le riprese del monastero di sono effettuate a Pienza in provincia di Siena. Le scene del deserto in Africa si sono svolte prevalentemente in Tunisia. Gli incassi negli Usa sono stati di oltre 78 milioni di dollari e globalmente nel resto del mondo oltre 230 milioni di dollari.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel 1999 il British Film Institute l'ha inserito al 55º posto della lista dei migliori cento film britannici del XX secolo.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) The BFI 100. URL consultato il 18 giugno 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]