Il padrone di casa (film 1991)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il padrone di casa
Il padrоne di casa (film 1991).png
Una scena del film
Titolo originale The Super
Paese di produzione USA, Giappone
Anno 1991
Durata 84 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Rod Daniel
Fotografia Bruce Surtees
Montaggio Jack Hofstra
Musiche Kenny Blank, Miles Goodman
Interpreti e personaggi

Il padrone di casa è un film del 1991, diretto dal regista Rod Daniel.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Big Lou è un proprietario immobiliare senza cuore e senza scrupoli. Per mettere alla prova il figlio Louie, gli regala un palazzo in pessime condizioni; come il padre, anche Louie si disinteressa dei problemi degli inquilini, badando solo alla riscossione degli affitti.

In seguito all'intervento di Naomi Bensinger, affascinante avvocatessa degli affittuari, che Louie tenta inutilmente di sedurre, Louie è condannato da un tribunale a vivere in uno dei suoi appartamenti fatiscenti, finché non avrà effettuato le riparazioni necessarie. Louie non può lasciare l'appartamento se non per fare esercizio fisico quotidiano, per la spesa, o per conferire con operai al fine di effettuare i lavori; non è inoltre autorizzato ad apportare modifiche per l'appartamento che gli è stato assegnato a meno che tutti gli altri appartamenti abbiano avuto lo stesso miglioramento prima del suo.

L'inizio non è dei migliori: Louie, fermamente convinto a non effettuare nessuna riparazione, subisce lo smontaggio completo della sua auto di lusso, viene truffato al gioco delle tre carte e in una partita truccata a pallacanestro; ha inoltre water e riscaldamento che non funzionano e di notte l'appartamento è territorio di topi.

Col tempo però Louie entra in sintonia con i residenti e con i loro problemi, in particolare con Marlon e col piccolo Tito, arrivando a regalare stufe agli inquilini per l'inverno, a derattizzare lo stabile e ad iniziare alcune opere di manutenzione. Il padre, preoccupato per i cambiamenti del figlio, minaccia di diseredarlo e tenta di far bruciare il palazzo; ma il figlio riesce a sventare l'incendio.

Ormai cambiato, Louie ristruttura lo stabile, guadagnandosi l'affetto degli inquilini e la possibilità di tornare libero; dopo aver nominato Marlon nuovo amministratore, lascia il quartiere, ricevendo incredibilmente anche la stima del padre.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema