Il mostro invincibile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Il mostro invincibile
Titolo originale ガメラ対宇宙怪獣バイラス, Gamera tai uchū kaijū Bairasu
Lingua originale Giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 1968
Durata 90 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere fantascienza
Regia Noriaki Yuasa
Sceneggiatura Nisan Takahashi
Casa di produzione Daiei Motion Picture Company
Interpreti e personaggi

Il mostro invincibile (ガメラ対宇宙怪獣バイラス Gamera tai uchū kaijū Bairasu?, lett. "Gamera vs. il mostro spaziale Viras"), noto anche come Ai confini del mondo - Il mostro invincibile, è un film di fantascienza del 1968 diretto da Noriaki Yuasa. Ha per protagonista Gamera, un kaiju ("mostro misterioso") a forma di gigantesca testuggine particolarmente amato dai bambini in Giappone.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Due ragazzi, in seguito ad una escursione con un piccolo sottomarino, incontrano il gigantesco mostro misterioso Gamera sul fondo del mare. Degli alieni rapiscono la gigantesca testuggine e i due boyscout.

Gli extraterrestri, utilizzando un particolare dispositivo, riescono a controllare la volontà di Gamera, che viene utilizzato per distruggere il Giappone e conquistare il mondo. I due ragazzi riescono a liberare Gamera dal controllo degli alieni e questi ultimi si fondono insieme per creare Viras, un mostro simile a un calamaro.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Nell'edizione italiana del 1969 il film fu rititolato Ai confini del mondo - Il mostro invincibile.[1]

Nel doppiaggio Italiano di questo film Gamera è rinominato King.

La pellicola è entrata nel pubblico dominio negli Stati Uniti, dove fu distribuita coi titoli Gamera vs. Viras, Destroy All Planets e Gamera vs. The Outer Monster Viras.[1]

Critica[modifica | modifica sorgente]

Fantafilm scrive che il film "non fu particolarmente amato dai critici" e che "presenta una delle più curiose astronavi extraterrestri mai apparse sullo schermo: cinque palle da ping-pong unite assieme da una giuntura circolare che sprigionano il raggio risucchiatore."[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis, Il mostro invincibile in Fantafilm.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]