Il libro della giungla (anime)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
« Per gli uomini uccidere non è una necessità! È un semplice svago! E lui è un uomo come loro. »
(Sandah riferito a Mowgli)
Il libro della giungla
serie TV anime
Titolo orig. ジャングルブック・少年モーグリ
(Janguru Bukku - Shōnen Mōguri)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Rudyard Kipling (libro)
Regia Kurokawa Fumio
Soggetto
Character design Sadaniko Sakamaki
Dir. artistica
Studio Nippon Animation
Musiche Hideo Shimazu
Rete TV Tokyo
1ª TV 2 ottobre 1989 – 29 ottobre 1990
Episodi 52 (completa)
Durata ep. 24 min
Reti it. Italia 1, Boing, Hiro, YouTube (canale Mondo TV - Il libro della natura)
1ª TV it. 1991
Episodi it. 52 (completa)
Durata ep. it. 24 min
Dialoghi it. Paola D'Accardi
Studio dopp. it. Studio PV
Direzione dopp. it. Enrico Maggi
Target shōnen
Genere avventura

Il libro della giungla (ジャングルブック・少年モーグリ Janguru Bukku - Shōnen Mōguri?, Jungle Book - Shōnen Mowgli, lett. "Il libro della giungla - Il ragazzo Mowgli") è un anime del 1989 basato sui racconti de Il libro della giungla e Il secondo libro della giungla di Rudyard Kipling.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie riprende le avventure di Mowgli, il ragazzo allevato dai lupi, ampliandole con nuovi episodi e personaggi, soprattutto nel branco di lupi. Mowgli impara a sopravvivere nella giungla e a relazionarsi con gli animali e successivamente, con gli altri uomini, trovando amici e nemici da entrambe le parti.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi de Il libro della giungla (anime).

Differenze con i romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • I nomi dei genitori di Mowgli sono stati cambiati. Infatti il padre era chiamanto semplicemente papà lupo mentre la madre era chiamanta Raksha (o semplicemente mamma lupo).
  • Di tutti i fratelli di Mowgli l'unico ad avere un nome proprio e un ruolo è Fratel Bigio, il maggiore, un lupo particolarmente sveglio, che nel cartone ha ispirato proprio Akru.
  • Tabaqui nel libro era uno sciacallo e non una iena.
  • L'episodio in cui Vermillion e gli altri vanno a salvare Mowgli dalle scimmie è chiaramente ispirato al capitolo "La caccia di Kaa" in cui era però il pitone a salvare Mowgli dalle scimmie.
  • Stranamente non è presente un episodio dedicato al cobra bianco custode del tesoro.
  • Il personaggio di Rikki e l'episodio "la danza degli elefanti" sono ripresi da due storie indipendenti del libro della giungla ovvero "Rikki-Tikki-Tavi" e "Toomai degli elefanti".
  • Shere Khan dovrebbe essere zoppo. La leggenda di cui parla Buldeo riferita allo stregone reincarnato nella tigre aveva come punto chiave la zampa zoppa della tigre mentre nel cartone il cacciatore si riferisce all'occhio ferito. Nel secondo episodio, in effetti, Shere Khan mostra di essere stato ferito da Alexander alla zampa ma tale ferita non lo ha reso zoppo, infatti si muove con agilità senza problemi.
  • Meshua (o Messua) non era una ragazzina ma la madre adottiva di Mowgli al villaggio degli uomini.
  • Il nome Mowgli gli era stato dato da mamma lupo mentre nel cartone è il nome con cui lo chiamavano i genitori umani.
  • Mamma lupo non diventa capobranco.
  • Vermillion è ispirato al fiero lupo Phao, che però non era figlio di Akela ma di Battitore Grigio e Phaona, e non aveva mai lasciato il branco. Inoltre, diversamente dal cartone, diventa proprio lui il capo del branco del Popolo Libero di Seeonee dopo un periodo passato senza alcun capo, cioè da quando Akela manca la preda, guidandolo nella battaglia contro i cani rossi.
  • Al pari della versione Disney, anche in questa serie è stato introdotto un capo delle scimmie (che nella versione Disney era Re Luigi, un orango) che è albino e si chiama Logu[1] il che comunque va in contrasto con l'idea originale che prevedeva la totale incapacità delle scimmie Bandar-log di eleggere un capo.
  • Nel libro viene eletto capo branco colui che riesce ad uccidere in duello quello vecchio, infatti Akela, se non fosse stato per Mowgli, avrebbe dovuto affrontare uno dopo l'altro vari lupi finché uno di questi non fosse riuscito ad ucciderlo. Nel cartone invece i pretendenti si sfidano in un duello non letale e il vecchio capo continua la sua vita nel branco.
  • Nel cartone il duello con Shere Kahan è stato reso più epico ma nel libro i due non si scontrano per niente visto che la tigre viene quasi subito travolta da una mandria di bufali.
  • Nel libro Akela muore in seguito alla feroce battaglia coi dholes, nel cartone muore per la vecchiaia aggravata dalle ferite riportate in uno scontro con delle iene.
  • Nel libro Kaa confessa di non avere molta simpatia per i lupi, nel cartone invece ne è amico e viene anche detto che in passato collaborò con loro.
  • Nel libro Tabaqui muore ucciso da Fratel Bigio dopo che questi riuscì ad estorcergli informazioni su Shere Kahan, nel cartone muore incoranto da un bufalo durante lo scontro decisivo.
  • Bagheera non segue Mowgli al villaggio, bensì uccidendo un nuovo toro gli restituisce la libertà.
  • Nel cartone non sono presenti molti personaggi, tra cui: Ferao il picchio, Ikki il porcospino, Mang il pipistrello (anche se in una scena compare un pipistrello che porta una notizia a Mowgli), Mor il pavone, Mysa il bufalo, Oo la tartaruga, Phao il successore di Akela (anche se ha ispirato Vermillion), Rama il toro (anche se nel cartone viene mostrato Mowgli cavalcare un toro che dovrebbe essere Rama), Won-tolla il lupo solitario, Chikai il topo, Jacala il coccodrillo, Ko il corvo.

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Questo cartone ha ispirato alcune serie frutto della collaborazione tra Nippon Animation e Mondo Video ovvero "Simba è nato un re", "Winner e il bambino della V profezia" e "Simba Jr il re del football" dove comparivano vari personaggi del libro della giungla. Alcuni, ovvero Luri, Kaa, Shere Kahan e Tabaqui mantenevano sostanzialmente lo stesso design, mentre Baloo e Bagheera si presentavano con un aspetto diverso (il primo come un orso di colore marrone e con il muso diverso, il secondo come una normale pantera maculata anche lui col muso diverso).

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Il doppiaggio italiano è stato eseguito presso lo Studio P.V. di Milano sotto la direzione di Enrico Maggi. La traduzione dal giapponese è a cura di Paola D'Accardi ed i dialoghi italiani sono di S. Segala[2].

Personaggio Voce giapponese Voce italiana
Mowgli Urara Takano Paolo Torrisi
Baloo Banjō Ginga Pietro Ubaldi
Akela Yuzuru Fujimoto Antonio Paiola
Bagheera Hiroya Ishimaru Mario Scarabelli
Shere Khan Shigezou Sasaoka Maurizio Scattorin
Kaa Keaton Yamada Antonello Governale
Chil Ikuya Sawaki Luca Sandri
Acru Youko Matsuoka Aldo Stella:
Kiki Miki Itō Anna Bonel
Lala Ai Orikasa Marina Massironi
Sura Shigeru Nakahara Felice Invernici
Luri Mari Yokoo Dania Cericola
Tabaqui Issei Futamata Giorgio Melazzi
Alexander Masaru Ikeda Orlando Mezzabotta
Hathi Daisuke Gouri Enrico Bertorelli
Meshua Akiko Yajima Lara Parmiani
Padre di Meshua Gabriele Calindri
Madre di Meshua Roberta Gallina Laurenti
Nonno di Meshua Adolfo Fenoglio
Sandah Akio Ohtsuka Stefano Albertini
Baccus Masahiro Anzai Giuseppe Calvetti
Fargas Ryūji Saikachi Sergio Romanò
Vermillion Yūsaku Yara Roberto Colombo
Buldio Ken'ichi Ogata Giovanni Battezzato
Nug Paolo Vivio
Bunto Norio Iwanoto Sergio Romanò

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Paese Titolo Autori Interprete Posizione
Flag of Japan (bordered).svg Giappone GET UP - Ai o shinjite (GET UP~愛を信じて?) Toshiya Igarashi Iniziale
Chikyū no ko (地球の子?) Shiori Hashimoto Finale
Flag of Italy.svg Italia Il libro della giungla Carmelo Carucci (musica)
Alessandra Valeri Manera (testo)
Cristina D'Avena Iniziale
Finale
Flag of the United States.svg USA Look up Tom Borshuk (testo) Suzi Marsh Iniziale
A Child is Growing Tom Borshuk (testo) Suzi Marsh Finale

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi de Il libro della giungla (anime).

Titoli negli altri paesi[modifica | modifica wikitesto]

  • Arabia: فتى الأدغال
  • Francia: Le livre de la jungle
  • America: The Jungle Book: The Adventures of Mowgli
  • Polonia: Księga dżungli
  • Germania: Dschungelbuch - Mowgli und seine Freunde

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

  • La serie venne distribuita in origine nel 1991 dalla Deagostini Jr con una serie di VHS contenenti due episodi ciascuna più un breve documentario sugli animali e corredati da un volume che proponeva la versione a fumetti degli episodi e vari dossier sulla natura. Queste cassette inoltre contenevano una sigla diversa da quella proposta più tardi per la televisione, scritta da Carmelo Carucci e da Alessandra Valeri Manera e cantata da Cristina D'Avena.
  • In TV la serie venne trasmessa su Italia 1 la prima volta nel 1991 e tornò sempre sulla stessa rete verso la metà degli anni '90 e nell'estate del 2003. Nel 2008 venne proposta su Boing e nel 2009 su Hiro.
  • Poco tempo dopo la prima messa in onda, la Bim Bum Bam video inoltre propose un lungometraggio dedicato alla serie. In realtà si trattava solo di un collage degli episodi principali in modo che la storia venisse nel complesso ricreata. Questo lungometraggio venne riproposto anche da Mondo Home Enterteiment in DVD nel 2006.
  • Nel 2008 Mondo Home Enterteiment ripropone l'intera serie in 12 DVD contenenti dai cinque ai quattro episodi. Tempo dopo escono anche due cofanetti DVD contenenti sei dischi ciascuno. È presente una versione strumentale della sigla giapponese al posto di quella italiana.
  • Dall'11 novembre 2013 gli episodi vengono pubblicati per lo streaming su internet sul canale di YouTube Mondo TV - Il libro della natura, senza la vecchia sigla, sostituita da una sigla strumentale il cui compositore non è accreditato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Personaggi de Il libro della giungla (anime)#Logu
  2. ^ Scheda su Il libro della giungla (Il mondo dei doppiatori) per i doppiatori italiani - (EN) Jungle Book: Shōnen Mowgli (Anime News Network) e (JA) ジャングルブック 少年モーグリ (sito ufficiale della Nippon Animation) per i doppiatori giapponesi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]