Il leone, la strega e l'armadio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il film tratto dal romanzo, vedi Le cronache di Narnia: il leone, la strega e l'armadio.
Il leone, la strega e l'armadio
Titolo originale The Lion, the Witch and the Wardrobe
Autore C. S. Lewis
1ª ed. originale 1950
Genere Romanzo
Sottogenere Fantasy
Lingua originale inglese
Ambientazione Narnia
Protagonisti Peter, Susan, Edmund e Lucy
Coprotagonisti Aslan
Antagonisti la strega bianca
Serie Le cronache di Narnia
Seguito da Il Principe Caspian

Il leone, la strega e l'armadio è un romanzo fantasy per bambini di C. S. Lewis. È stato il primo della saga di Le cronache di Narnia a essere scritto, nel 1950, ed è il più noto. Tuttavia, cronologicamente nella serie viene per secondo, dopo Il nipote del mago che è stato scritto più tardi.

Il romanzo è stato adattato per televisione, radio e cinema. Un film di Walt Disney Pictures, intitolato Le cronache di Narnia: il leone, la strega e l'armadio è stato rilasciato dal 9 dicembre 2005.

La profezia[modifica | modifica sorgente]

La Profezia di Narnia narra:

''"Verrà il tempo in cui due figli d'Adamo e due figlie di Eva libereranno Narnia dalla tirannia. Il dolore sparirà, quando Aslan comparirà; al digrignare dei suoi denti fuggon tutti i malviventi; quando romba il suo ruggito, gelo e inverno è ormai finito; se lui scuote la sua criniera, qui torna la Primavera."''

La Strega Bianca cerca di non far avverare questa profezia uccidendo o imprigionando ogni essere umano che si introduce a Narnia.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Durante la Seconda Guerra Mondiale, Peter, Susan, Edmund e Lucy, quattro fratelli, sono costretti a trasferirsi nella casa di un uomo vecchio ma simpatico. I quattro si ritrovano così a sopportare la governante del professore, la signora Macready, e la moltitudine di regole da rispettare. Un giorno, mentre stavano giocando a nascondino, la sorella più piccola, Lucy, scopre che attraverso un armadio si arriva in un altro mondo dove l'inverno è eterno: Narnia. Grazie a un fauno di nome Tumnus scopre che quella terra è abitata da animali parlanti, ninfe, nani e altre fantastiche creature. Ma il buon fauno racconta anche che lì l'inverno dura per sempre per colpa di un sortilegio gettato dalla Strega Bianca, diventata Regina di Narnia. Lucy si rende anche conto che lì il tempo scorre diversamente: tante ore a Narnia corrispondono ad un momento nel mondo normale. Nonostante non venga creduta dai fratelli, Lucy continua a credere in quel posto magico. Un giorno decide di tornarci ma viene seguita dal fratello Edmund, il quale scopre anchegli il mondo incantato di Narnia ma sfortunatamente si imbatte nella Strega Bianca e ingenuamente le rivela l'esistenza dei suoi tre fratelli, la strega chiede allora ad Edmund di presentarglieli e gli promette di farlo divenire Re. Sulla strada del ritorno Edmund e Lucy si incontrano ma egli nega ai fratelli di aver visto il magico reame. Un giorno i quattro fratelli mentre stanno scappando dalla governante si ritrovano ad attraversare il guardaroba ed ad essere catapultati a Narnia. Dopo che i tre fratelli si sono scusati con la bambina per non averle creduto, si recano nella casa del signor Tumnus dove li attende una sorpresa: il fauno è stato catturato dalla malvagia regina ed ora tutti sono in pericolo. Con l'aiuto di due coniugi castori, i ragazzi scoprono di essere i Re e le Regine di Narnia e che solo con i saggi consigli del leone Aslan, il fondatore di Narnia, potranno sconfiggere la strega; Edmund però scappa inosservato dalla strega, la quale, adirata per il fatto che egli non le abbia portato i fratelli, lo imprigiona. Peter, Susan e Lucy allora decidono di raggiungere l'accampamento di Aslan per chiedergli aiuto; una volta arrivati Aslan spiega ad essi il loro ruolo nella vicenda e riesce a sottrarre Edmund alla Strega. Purtroppo secondo le leggi magiche di Narnia tutti i traditori di Narnia appartengono alla strega, Edmund sarebbe spacciato ma Aslan si offre segretamente in sacrificio alla strega per salvargli la vita; la strega uccide Aslan sulla Tavola di Pietra e attacca insieme al suo esercito quello dei ragazzi convinta di aver vinto. In realtà Aslan si è offerto in sacrificio perché sapeva che se un' innocente sarebbe stato ucciso al posto di un colpevole la morte non lo avrebbe colpito; quindi, accompagnato da Susan e Lucy si reca al castello della Strega, dove libera centinaia di creature che la strega aveva mutato in statue di pietra; essi si uniscono all'esercito di Peter e sconfiggono la Strega bianca, la quale viene uccisa personalmente da Aslan. A questo punto i quattro fratelii vengono incoronati Re e regine e governeranno Narnia per molti anni finché casualmente ritorneranno nell'Armadio Guardaroba, dove scopriranno di essere tornati bambini. Nessuno tentò di tornare a Narnia attraverso l'armadio, ma tutti quanti i fratelli erano convinti che un giorno sarebbe successo nuovamente.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]