Il ladro e i cani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il ladro e i cani
Titolo originale al-Liṣṣ wa al-kilāb
Autore Naguib Mahfouz
1ª ed. originale 1961
1ª ed. italiana 1990
Genere romanzo
Lingua originale arabo

Il ladro e i cani (titolo originale in arabo: اللص والكلاب, al-Liṣṣ wa al-kilāb e in trad. francese Le voleur et les chiens) è un romanzo scritto da Naguib Mahfouz nel 1961.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Narra la vicenda di Said Marhan, scarcerato dopo quattro anni di detenzione per furto. Nel corso degli anni la moglie si è rifatta una vita con il suo aiutante, insieme alla figlia avuta da Said. Nella prima parte del romanzo però, il protagonista, per quanto ferito nell’orgoglio e nell’onore, sembra animato dalla speranza di riacquistare un ruolo rispettabile nella società, per poter reclamare sua figlia. Caduta ogni illusione, egli cercherà invano di ottenere con il sangue la sua vendetta, invertendo l’ordine logico e naturale delle cose: di solito sono i cani a inseguire il ladro, mentre nel romanzo è Said il ladro, che prova a inseguire i cani traditori.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura