Il guanto dell'infinito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il guanto dell'infinito
fumetto
Copertina dell'edizione Panini Comics Marvel Gold
Copertina dell'edizione Panini Comics Marvel Gold
Titolo orig. The Infinity Gauntlet
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Testi Jim Starlin
Disegni
Editore Marvel Comics
1ª edizione luglio 1991 – dicembre 1991
Albi 6 (completa)
Formato 17 × 26 cm
Rilegatura spillato
Editore it. Play Press
1ª edizione it. aprile 1993 – settembre 1993
Collanaed. it. Marvel Comics Presenta
Periodicità it. mensile
Albi it. 6 (completa)
Formato it. 17 × 26 cm
Rilegatura it. spillato
Pagine it. 72

Il Guanto dell'Infinito (The Infinity Gauntlet) è una miniserie a fumetti composta di sei albi, pubblicata dalla Marvel Comics da luglio a dicembre 1991. La saga è stata scritta da Jim Starlin e disegnata da George Pérez e Ron Lim. La prima edizione italiana è stata pubblicata a partire da aprile 1993 da Play Press e ristampata da Panini Comics nel febbraio 2010 in un unico volume della serie Marvel Gold, e a settembre 2010 nel numero 80 della serie Super-Eroi Le Grandi Saghe distribuita in allegato a Gazzetta dello sport e Corriere della sera.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nell'universo paradossalmente il numero dei vivi ha superato quello dei morti, quindi Lady Morte decide di riportare in vita Thanos perché lo ritiene l'essere più capace nel compito di equilibrare l'universo con le morti. Il Thanos ritornato in vita non accetta di essere uno schiavo della morte, anzi vuole essere al suo fianco, e ingannandola riesce ad arrivare alla conquista del guanto e delle gemme dell'infinito. Silver Surfer e il Distruttore cercano di fermarlo ma vengono sconfitti. Surfer dopo aver incontrato Adam Warlock creduto morto va sulla Terra per avvisare del pericolo. Thanos intanto, consigliato dal perfido Mefisto si pavoneggia a Dio, tradendo l'accordo con Morte, venendo quindi disprezzato da questa e nella speranza di ritornare nelle grazie della Morte stermina metà popolazione dell'universo, che essi siano persone o animali. Surfer arriva sulla terra e chiede, al Dottor Strange di formare un esercito per fermare Thanos, come consigliato dallo stesso Warlock. A esso si uniranno Spider-Man, Wolverine, Hulk, Visione, Thor, Capitan America, Iron Man, Ciclope persino il Dottor Destino anche se quest'ultimo si unisce al gruppo per tentare di impossessarsi del potere di Thanos. Nel frattempo Thanos cerca in tutti i modi di conquistare la Morte, umiliando anche suo fratello Eros, mostrandogli lo scempio che ha fatto su sua nipote Nebula, e creandosi persino un amante, ma la Morte lo ignora completamente tanto che in un attacco d'ira Thanos crea un'onda d' urto che viene avvertita per tutto l' universo, giungendo persino sulla Terra dove, dopo svariati cataclismi, si scopre che è stata spostata dal suo asse terrestre. Warlock dopo aver chiesto ad altre entità di unirsi alla battaglia come Galactus, Kronos, il pianeta vivente Eon, l'Osservatore e persino all'Eternità decide di invadere con i terrestri la base di Thanos. I primi ad attaccare sono i terrestri, che Thanos mette fuori gioco già dal primo assalto bloccando il tempo, ma grazie al consiglio di Mefisto di diminuire i suoi poteri per compiacere alla morte, lo scontro si riapre anche se Thanos si dimostra superiore a tutti e tutto, rendendo per esempio lo scheletro d'adamantio di Wolverine in spugna, togliendo l'ossigeno a Ciclope, o mandando in mille pezzi Thor dopo averlo fatto diventare di vetro. Anche, Destino, Hulk e il distruttore vengono messi K.O. facilmente e persino Spider-Man e Iron Man periscono in battaglia, quest'ultimo viene persino decapitato dalla compagna di Thanos. Alla fine, rimasto solo Capitan America, Warlock effettua il suo piano e manda Silver Surfer che fino a quel momento era nelle retrovie a recuperare il guanto in un momento di distrazione di Thanos: quest'ultimo si accorge di Surfer ed evita che il guanto gli sia rubato uccidendo con un solo colpo il capitano. E così Warlock, vedendo che oramai il vero scontro è inevitabile (la prima battaglia è servita solo per quel gesto disperato, in quanto tutti i lottatori della terra erano solo agnelli sacrificali), manda in campo Galactus e gli altri semidei. Lo scontro è incredibile e persino l'Osservatore è spaventato visto che sa che probabilmente l'universo finirà quel giorno. Dopo una battaglia incredibile ancora una volta il vincitore è Thanos, anche Mefisto viene ucciso quando si scopre che il suo scopo era solo quello di prendere il guanto, e dopo aver sconfitto anche Eternità decide di prendere il suo posto lasciando quindi il suo corpo mortale. Ed è qui che Thanos commette il suo ennesimo errore, mostrando inconsciamente per la terza volta il proprio punto debole: infatti lasciando il suo corpo mortale il guanto resta sulla mano del suo corpo abbandonato. E Nebula ne approfitta, prendendosi il guanto per usarlo contro il suo ex proprietario. Thanos è sconfitto ed esiliato, ma ora esiste la dea Nebula. Thanos viene salvato da Warlock che gli propone una tregua per togliere il guanto dalle mani della nuova dea. Warlock gli rivela la verità, cioè che era lui a voler essere sconfitto, perché in cuor suo sa di non meritare i poteri cosmici che tanto brama. Thanos accetta quindi di stare dalla parte del suo unico amico. C' è un nuovo assalto con solo cinque dei primi eroi terrestri ai danni di Nebula, ma vengono nuovamente sconfitti come comunque aveva previsto Warlock. Successivamente Thanos, accompagnato da Warlock, Surfer e Strange arrivano da Nebula. Thanos più volte tenta di prendere il guanto con l'inganno e sfruttando la sua intelligenza superiore a quella di Nebula (che nel frattempo aveva annullato tutti gli eventi delle ultime 24 ore trascorse) riuscendoci, ma misteriosamente non prende possesso del guanto, preferendo deridere la nipote e venendo quindi sconfitto. Ma Warlock che fino a quel momento era riuscito a non farsi notare da Nebula riesce nel suo intento di entrare nella gemma dell'anima portando con sé il surfista. Intanto Nebula se la vede con Galactus e gli altri semidei che all'inizio hanno la meglio, ma che soccombono infine ai poteri superiori del guanto. Quando tutto sembra perduto accade però il miracolo, Warlock riesce a prendere il possesso del guanto e si prende la responsabilità di tenerlo. Thanos preferisce la morte alla cattura e si toglie la vita. La vita nell'universo scorre normale come se non fosse mai accaduto nulla e Warlock fa un salto nel futuro di 60 giorni, andando a trovare il suo vecchio compagno Thanos. Infatti il suicidio è stato solo una finta per non essere catturato, e dopo essersi salutati come due buoni amici, Thanos ammette di non invidiare il fardello che è costretto a portare Warlock con quel guanto.

Seguiti[modifica | modifica wikitesto]

Il Guanto dell'Infinito fa parte della Pentalogia di Jim Starlin, composta appunto da 5 capitoli, il primo dei quali è proprio il Guanto dell'Infinito. Gli altri capitoli, in ordine, sono

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics