Il grande capo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il grande capo
Il grande capo (2006).png
Ravn mentre ingaggia Kristoffer
Titolo originale Direktøren for det hele
Lingua originale Danese
Paese di produzione Danimarca, Svezia
Anno 2006
Durata 99 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia drammatica
Regia Lars von Trier
Soggetto Lars von Trier
Sceneggiatura Lars von Trier
Produttore Meta Louise Foldager
Signe Jensen
Vibeke Windeløv
Peter Aalbæk Jensen
Zentropa
Montaggio Molly Marlene Stensgård
Interpreti e personaggi

Il grande capo è una commedia danese del 2006, scritta e diretta da Lars von Trier[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In Danimarca un'importante società che si occupa di informatica sta per essere venduta ad un burbero islandese, Finnur, che vuole firmare il contratto con il proprietario. Il vero proprietario, Ravn, però non ha mai rivelato la sua identità, fingendo di essere un semplice esperto legale che operava per conto del grande capo. Decide quindi di assumere un attore disoccupato, Kristoffer, perché reciti la sua parte per concludere la cessione dell'azienda. La firma del contratto viene, però, ritardata e a Kristoffer è richiesto di recitare il ruolo del grande capo anche con gli stessi dipendenti, in modo da scaricare il vero proprietario dalle responsabilità delle scelte più impopolari passate e future. La situazione è però destinata a sfuggire di mano...

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • All'inizio del film, come la stessa voce narrante segnala, compare Lars von Trier dietro alla telecamera, riflesso nelle finestre dell'edificio.
  • Debutta in questo film la tecnica dell'automavision, che introduce una grande quota di casualità nella ripresa.
  • Il drammaturgo Gambini, ossessione di Kristoffer, in realtà non esiste. Von Trier vide quel nome su un camion di alimentari e, in realtà, come da lui stesso dichiarato in un'intervista intendeva alludere a Henrik Ibsen.
  • Alla distribuzione danese del film è stato associato un gioco denominato Lookeys. Durante la pellicola compaiono infatti degli oggetti "fuori luogo" riconducibili ad un'unica chiave in grado di spiegarli. Lo spettatore che per primo li individui e li decifri avrà un premio in denaro e la possibilità di apparire nel prossimo film di von Trier.
  • L'attore Jens Albinus, che in questo film interpreta Kristoffer, interpreta un personaggio dallo stesso nome nel film "Idioti", pellicola tra l'altro sempre diretta da Von Trier.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hjort, Mette; Jorholt, Eva; Redvall, Eva Novrup, The Danish Directors 2: Dialogues on the New Danish Fiction Cinema., Intellect Books, 2010, ISBN 978-1-84150-271-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema