Il gioco dei pianeti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il gioco dei pianeti
Titolo originale The Illustrated Man
Altri titoli L'Uomo Illustrato
Autore Ray Bradbury
1ª ed. originale 1951
Genere antologia
Sottogenere fantascienza
Lingua originale inglese

Il gioco dei pianeti è una raccolta di racconti di fantascienza di Ray Bradbury. È anche conosciuta con il nome L'uomo illustrato, più fedele al titolo originale (The illustrated Man).

Questa raccolta è stata pubblicata per la prima volta negli Stati Uniti nel 1951. La composizione dei racconti è parzialmente variata in successive edizioni. Ciò si riflette anche nelle edizioni italiane.

Cornice[modifica | modifica wikitesto]

I racconti sono legati tra loro da una cornice dove il narratore ci racconta del suo incontro con l'uomo illustrato. L'uomo illustrato è un uomo coperto sul petto e sulle braccia di tatuaggi, i quali possiedono la particolarità di potersi animare e raccontare delle storie future particolarmente tragiche, inoltre in un punto sulla schiena si forma la visione della morte dell'eventuale spettatore delle storie narrate dai tatuaggi. Il narratore quindi si sofferma a guardare quelli che saranno i racconti della raccolta, nell'epilogo ci svela che nella visione della propria morte verrà strangolato dall'uomo illustrato.

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • La savana (The Veldt) - presente nelle edizioni in italiano dal 1995
  • Caleidoscopio (Kaleidoscope, 1949) - presente in italiano dal 1995
  • A parti invertite (The Other Foot, 1951) - presente in italiano dal 1995
  • L'altropiede (The Other Foot, 1951) - presente in italiano fino al 1969
  • L'autostrada (The Highway, 1950)
  • L'uomo (The Man, 1949)
  • Le sfere di fuoco (The Fire Balloons) - presente in italiano fino al 1969
  • La lunga pioggia (Death-by-Rain, 1950) - presente in italiano dal 1995
  • L'astronauta (The Rocket Man, 1951) - presente in italiano solo nell'edizione del 1995
  • Usher II (Usher II) - presente in italiano dal 1995
  • L'ultima notte del mondo (The Last Night of the World, 1951)
  • Il razzo (Outcast of the Stars, 1950)
  • Gli esuli (The Exiles, 1950) - presente in italiano fino al 1969
  • Verso il nulla (No Particular Night or Morning), tradotto come Una notte o un mattino qualunque dal 1995
  • La volpe e la foresta (The Fox and the Forest)
  • Il visitatore (The Visitor, 1948)
  • La betoniera (The Concrete Mixer, 1949) - presente in italiano fino al 1969
  • Marionette Inc. (Marionettes, Inc., 1949), tradotto come Marionette S.p.A. dal 1995
  • La città (The City)
  • Ora Zero (Zero Hour, 1947) - presente in italiano dal 1995
  • Il parco giochi (Playground, 1953) - presente in italiano dal 1995

Differenze tra le edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Nell'edizione inglese, la prima pubblicata nel 1952 da Rupert Hart-Davis, vengono omessi i racconti L'astronauta (The Rocket Man), Le sfere di fuoco (The Fire Balloons), Gli esuli (The Exiles) e La betoniera (The Concrete Mixer), mentre in compenso vengono aggiunti Usher II (già presente in Cronache marziane) e Il parco giochi (Playground).

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Ray Bradbury, The Illustrated Man, Doubleday, 1951, pp. 256.
  • Ray Bradbury, L'Uomo Illustrato, traduzione di Giuseppe Costigliola, collana Collezione immaginario, Fanucci Editore, 2005, pp. 239, ISBN 88-347-1110-6.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bernie's thoughts about Rocket Man (I Think It’s Gonna Be A Long, Long Time) Traccia audio dal sito ufficiale di Bernie Taupin Url consultato il 29.11.13
  2. ^ Gary Friedman, 10 musical works inspired by Ray Bradbury's writing, dal sito del Los Angeles Times, Url consultato l'8.6.2014
  3. ^ Ray Bradbury, Il popolo dell'autunno, 1ª ed., 1978, Rizzoli Editore, 1978, p. 239, ISBN 88-17-13246-2.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]