Il figlio di viso pallido

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il figlio di viso pallido
Titolo originale Son of Paleface
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1952
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.37 : 1
Genere comico, western, romantico
Regia Frank Tashlin
Sceneggiatura Frank Tashlin, Robert L. Welch, Joseph Quillan
Produttore Robert L. Welch
Casa di produzione Paramount Pictures, Hope Enterprises
Fotografia Harry J. Wild
Montaggio Eda Warren
Effetti speciali Gordon Jennings, Paul K. Lerpae
Musiche Lyn Murray
Scenografia Roland Anderson, Hal Pereira (art director)
Sam Comer, Ray Moyer (set decorator)
Costumi Edith Head, Joan Joseff
Trucco Wally Westmore, Charles Gemora
Interpreti e personaggi

Il figlio di viso pallido (Son of Paleface) è un film del 1952 diretto da Frank Tashlin.

È una commedia western statunitense con Roy Rogers, Bob Hope e Jane Russell. È il seguito di Viso pallido del 1948. È l'ultimo film di Roy Rogers prima del suo ritiro dalle scene cinematografiche durato venti anni (se si esclude un breve cameo in un'altra commedia western con Bob Hope, Arriva Jesse James).[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, diretto da Frank Tashlin su una sceneggiatura dello stesso Tashlin e di Robert L. Welch e Joseph Quillan,[2] fu prodotto da Robert L. Welch per la Paramount Pictures tramite la Hope Enterprises[3] e girato nell'Iverson Ranch a Chatsworth, nel Paramount Ranch ad Agoura e nei Paramount Studios a Hollywood, in California[4] con un budget stimato in 3,4 milioni di dollari.[5]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito con il titolo Son of Paleface negli Stati Uniti dal 14 luglio 1952[6] al cinema dalla Paramount Pictures.[3]

Altre distribuzioni:[6]

  • in Svezia il 1º settembre 1952 (Blekansiktets son)
  • in Francia il 17 ottobre 1952
  • in Finlandia il 14 novembre 1952 (Valkonaaman poika)
  • in Italia il 6 dicembre 1952
  • in Germania Ovest il 10 aprile 1953 (Bleichgesicht Junior)
  • in Austria il 17 aprile 1953 (Bleichgesicht Junior)
  • in Danimarca il 29 aprile 1953 (Søn af Blegansigt)
  • in Giappone il 10 giugno 1953
  • ad Hong Kong il 13 agosto 1953
  • in Portogallo il 1º maggio 1954 (O Filho do Valentão)
  • in Danimarca il 13 settembre 1965 (redistribuzione)
  • in Germania Est (Bleichgesicht im Wilden Westen, in TV)
  • in Belgio (De zoon van het bleekgezicht e Le fils du visage pâle)
  • in Brasile (O Filho do Treme-Treme)
  • in Grecia (O gyios tou hlomou prosopou)
  • in Italia (Il figlio di viso pallido)

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Morandini Tashlin "s'infischia della trama per affidarsi al ritmo rapido e alle gag comiche". Morandini segnala inoltre la gag di Hope che deve dividere il letto con il cavallo Trigger[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Il figlio di viso pallido - American Film Institute. URL consultato il 6 aprile 2013.
  2. ^ (EN) Il figlio di viso pallido - IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 6 aprile 2013.
  3. ^ a b (EN) Il figlio di viso pallido - IMDb - Crediti per le compagnie. URL consultato il 6 aprile 2013.
  4. ^ (EN) Il figlio di viso pallido - IMDb - Luoghi delle riprese. URL consultato il 6 aprile 2013.
  5. ^ (EN) Il figlio di viso pallido - IMDb - Box office / incassi. URL consultato il 6 aprile 2013.
  6. ^ a b (EN) Il figlio di viso pallido - IMDb - Date di uscita. URL consultato il 6 aprile 2013.
  7. ^ Il figlio di viso pallido - MYmovies. URL consultato il 6 aprile 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema