Il favorito della grande regina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il favorito della grande regina
Il favorito della grande regina.png
Titolo originale The Virgin Queen
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1955
Durata 92 min
Colore colore (color by DeLuxe)
Audio 4-Track Stereo (Western Electric Recording) (magnetic prints)
Rapporto 2.55 : 1
Genere storico
Regia Henry Koster
Soggetto Sir Walter Raleigh di Harry Brown
Sceneggiatura Mildred Lord e Harry Brown
Produttore Charles Brackett
Casa di produzione Twentieth Century-Fox
Fotografia Charles G. Clarke

Leon Shamroy (non accreditato)

Montaggio Robert L. Simpson
Musiche Franz Waxman
Scenografia Leland Fuller e Lyle R. Wheeler

aul S. Fox e Walter M. Scott (set decorations)

Costumi Mary Wills

Charles LeMaire (guardaroba)
Joan Joseff (gioielli)

Trucco Ben Nye

Perc Westmore (make up per Miss Davis)

Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il favorito della grande regina (The Virgin Queen ) è un film del 1955, diretto da Henry Koster; la storia è tratta dal racconto Sir Walter Raleigh di Harry Brown.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Narra dell'incontro fra Walter Raleigh e la regina Elisabetta I. Diventato prima capitano della Guardia del Corpo e alla fine ammiraglio, si innamora di lady Beth Throgmorton e la sposa. Il figlio che aspetta da lei sarà la sua rovina, scatenando le ira della regina che lo condannerà a morte, anche se alla fine ripenserà alla punizione da infliggergli.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto dalla Twentieth Century-Fox].

Cast[modifica | modifica sorgente]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dalla Twentieth Century-Fox Film Corporation, negli USA il film uscì in sala il 22 luglio 1955. Nella Germania Federale, fu distribuito l'8 novembre 1955, mentre in Svezia e in Francia uscì rispettivamente il 5 e il 9 dicembre. Nel 1956, fu presentato anche in Austria (gennaio), Belgio (2 marzo), Portogallo (25 giugno) e Finlandia (2 novembre). Nel 1960, venne distribuito anche in Danimarca (23 maggio) e in Spagna (1 novembre)[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ IMDb release info

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema