Il fardello dell'uomo bianco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il fardello dell'uomo bianco
Titolo originale The White Man's Burden
The white mans burden.gif
Una rappresentazione satirica del "fardello dell'uomo bianco"
Autore Rudyard Kipling
1ª ed. originale 1899
Genere poesia
Lingua originale inglese

Il fardello dell'uomo bianco (titolo originale inglese The White Man's Burden) è una celebre poesia di Rudyard Kipling. Fu pubblicata per la prima volta nel 1899 dalla rivista McClure's, con il sottotitolo The United States and the Philippine Islands ("gli Stati Uniti e le Filippine"); infatti, essa si riferiva soprattutto alle guerre di conquista intraprese dagli Stati Uniti nei confronti delle Filippine e di altre ex-colonie spagnole.

In seguito, la poesia venne letta come una sorta di manifesto del colonialismo e dell'imperialismo, e "il fardello dell'uomo bianco" divenne un modo molto diffuso per riferirsi alla necessità di civilizzare i paesi estranei alla tradizione europea. Questa visione (già rappresentata da opere settecentesche come il Robinson Crusoe di Defoe) si ricollegava alla fine dell'ottocento anche a teorie come quella del darwinismo sociale di Herbert Spencer, che presumeva di leggere nella teoria dell'evoluzione darwiniana una giustificazione scientifica della pretesa di superiorità dei bianchi sulle altre "razze".

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Testo in traduzione in Archivio Interattivo per l'Educazione Letteraria, Laterza. URL consultato il 17 settembre 2013.
letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura