Il fantasma di Canterville (film 1986)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il fantasma di Canterville
Titolo originale The Canterville Ghost
Paese Stati Uniti d'America, Gran Bretagna
Anno 1986
Formato film TV
Genere commedia, fantastico
Durata 96 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 4:3
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Regia Paul Bogart
Soggetto Oscar Wilde (racconto)
Sceneggiatura George Zateslo
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Montaggio Terry Maisey
Musiche Howard Blake
Costumi Robin Fraser-Paye
Trucco Cherry West
Effetti speciali Ricky Farns, Ted Grumbt, Garth Inns
Produttore Peter Graham Scott
Produttore esecutivo Irwin Meyer, Rodney Sheldon
Casa di produzione CBS Entertainment Production, Warner Bros. Television
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Data 28 settembre 1986
Rete televisiva CBS
Prima TV in italiano (gratuita)
Data 24 dicembre 1991
Rete televisiva TMC

Il fantasma di Canterville (The Canterville Ghost) è un film per la televisione del 1986 diretto da Paul Bogart e tratto dal racconto omonimo di Oscar Wilde. Tra i protagonisti figurano Sir John Gielgud, Andrea Marcovicci e Alyssa Milano.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Harry Canterville, che ha trascorso gran parte della sua vita in America, fa ritorno in Inghilterra con la seconda moglie, Lucy, e la figlia nata dal precedente matrimonio, Jennifer, per prendere possesso della sua eredità, il castello di Canterville. Arrivata nel piccolo paesino, la famiglia scopre prima con scetticismo poi con terrore che il castello è infestato dallo spirito di un antenato caduto in disgrazia, Sir Simon de Canterville, imprigionato nella tenuta dopo la morte di sua moglie, che lo ha maledetto incolpandolo della morte della figlia. Nonostante gli eccentrici parenti e le fosche previsioni di Mr. e Mrs. Umney, maggiordomo e governante del castello, Harry è deciso a rimanere per i tre mesi previsti dalla clausola del testamento, altrimenti perderà la proprietà. Progetta infatti di vendere il castello ad una società immobiliare, pronta a trasformarlo in un albergo di lusso. Sua figlia nel frattempo fa amicizia con il fantasma, scoprendo che Sir Simon sarà libero di abbandonare il mondo dei vivi quando qualcuno persuaderà l'Angelo della Morte a liberarlo. Nonostante i rischi, Jennifer, affezionatasi al fantasma burbero ma dal cuore d'oro, aiuta Sir Simon a liberarsi dalla maledizione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]