Il fantasma di Canterville

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il fantasma di Canterville
Titolo originale The Canterville Ghost
The Canterville Ghost illustration.jpg
illustrazione per Il fantasma di Canterville
Autore Oscar Wilde
1ª ed. originale 1887
Genere racconto
Lingua originale inglese

Il fantasma di Canterville (The Canterville Ghost, 1887) è un celebre racconto umoristico giovanile di Oscar Wilde. Pubblicato per la prima volta sulla rivista The Court and Society Review, il racconto ebbe un enorme successo e alcuni elementi della storia sono entrati nell'immaginario popolare. Ne sono stati realizzati numerosissimi adattamenti per il cinema, la televisione e il teatro. È una parodia delle Storie di fantasmi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il racconto è ambientato in Inghilterra, alla fine dell'Ottocento. Hiram Otis è un politico americano che, seguendo la moda dell'epoca, acquista un castello inglese. La famiglia Otis è composta oltre che da Hiram, dalla moglie Lucrezia, ex bella ragazza della crème americana, dal figlio maggiore Washington eletto presidente perché ballava bene, molto attaccato al denaro, da Virginia, timida quindicenne e dai due terribili gemelli Stelle e Strisce. Il castello acquistato dagli Otis è naturalmente infestato dal fantasma di Sir Simon, scorbutico nobiluomo del tardo cinquecento, costretto a passare l'eternità tra le mura del castello finché l'antica profezia non verrà compiuta. Questa profezia riguarda una giovane dall'animo puro che dovrà versare lacrime per un peccatore. Subito si crea tra gli Otis e il fantasma una sorta di ostilità fatta di scherzi e trucchi più o meno macabri. In particolare il motivo del contendere è la macchia di sangue sul tappeto del salone. Questa macchia è il ricordo di dove cadde la sposa di Sir Simon, Lady Eleonor, uccisa dal marito in un momento di collera perché incapace di attendere alle faccende domestiche. Washington è un fautore del super smacchiatore Pinkerton, e con questo si adopera per detergere la macchia. A nulla valgono gli avvertimenti della governante, Mrs. Umney: la macchia viene puntualmente ritrovata. Mentre la famiglia stabilisce legami di buon vicinato con i nobili locali, Virginia passa molto tempo tra le mura del castello, in compagnia della governante. È l'unica cui sembra importare realmente della sorte di Sir Simon e anche l'unica che veda in lui del buono. Trascorre diverso tempo e il castello subisce modifiche sostanziali: perde quel suo stato di lugubre residenza inglese e diventa una casa di campagna americana, con tendine e enciclopedie colorate. Il fantasma, da tempo vittima degli scherzi dei terribili gemelli, si fa vedere solo una sera alla settimana, cercando di sfuggire alle angherie dei familiari di Virginia. Virginia è stata fidanzata con un nobile del vicinato, Lord Cecil, ma non l'ha ancora visto. Un giorno, durante l'assenza dei suoi familiari, la ragazza trova un passaggio segreto che la conduce alla cripta dove fu murato Sir Simon. Da qui nasce un rapporto compassionevole col fantasma che porterà la giovane a versare lacrime per l'anima tormentata del fantasma e a compiere l'antica profezia. A questo punto il testo del racconto differisce con le versioni teatrali che ne sono scaturite. Nella versione teatrale Virginia (che ovviamente somiglia alla defunta moglie di Sir Simon) torna dal mondo dei morti, dopo aver "salvato l'anima" del fantasma e si ricongiunge con la sua famiglia. Quindi compare il promesso sposo, Lord Cecil, che è il medesimo attore del fantasma, quasi a voler stabilire un rapporto ultraterreno tra le due anime. Il racconto invece si sposta ancora più avanti e ritroviamo Virginia ormai adulta. Il marito, Lord Cecil le chiede di raccontare ciò che ha visto nell'aldilà, ma ella gli nega questa curiosità dicendo che è per il bene del defunto, lasciandoci con il dubbio del mistero.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Lady Canterville: proprietaria del castello
  • Lord Canterville: marito di Lady Canterville e proprietario del castello
  • Sir Simon duca di Canterville: il fantasma peccatore che uccise la consorte quando era ancora in vita;
  • Hiram Otis: ministro americano e un buon padre di famiglia;
  • Lucrezia Otis: la madre,una bella ragazza della borghesia americana, ossessionata dalla pulizia;
  • Washington Otis: il figlio maggiore, parla poco ma agisce molto;
  • Virginia Otis: la secondogenita quindicenne , dal carattere timido e riservato ma allo stesso tempo anche generoso e disponibile;
  • i gemelli Otis: i terribili gemelli che fanno scherzi al fantasma chiamati anche stelle e strisce per la velocità con cui agiscono nei loro scherzetti;
  • Mrs. Umney: la governante, nata e cresciuta all'ombra del castello;
  • Cecil: ragazzo inglese, innamorato e futuro sposo di Virginia

Adattamenti[modifica | modifica wikitesto]

Cinematografici e teatrali[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Fantasma di Paperville, adattamento a fumetti coi personaggi Disney uscito su Topolino ad opera di Sisti/Marini, fedele all'originale a parte alcuni cambi dovuti ai personaggi (i gemelli diventano tre) e al pubblico (succo di pomodoro al posto del sangue).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]