Il falcone maltese (film 1931)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il falcone maltese
Titolo originale The Maltese Falcon
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1931
Durata 80 minuti
Colore B/N
Audio sonoro
Genere hard boiled
Regia Roy Del Ruth
Soggetto dal romanzo di Dashiell Hammett
Sceneggiatura Maude Fulton, Brown Holmes e (non accreditato) Lucien Hubbard
Fotografia William Rees
Montaggio George Marks
Scenografia Robert M. Haas
Costumi Earl Luick
Interpreti e personaggi

Il falcone maltese è un film thriller del 1931 diretto dal regista Roy Del Ruth e interpretato da Ricardo Cortez nella parte di Sam Spade e da Bebe Daniels in quella di Ruth Wonderly: si tratta della prima versione cinematografica del romanzo di Dashiell Hammett che poi nel 1941 venne portato sullo schermo da John Huston con Humphrey Bogart e Mary Astor (Il mistero del falco).

Trama[modifica | modifica sorgente]

A San Francisco, l'investigatore privato Sam Spade e il collega Miles Archer ricevono la visita di Ruth Wonderly, che li incarica di seguire Floyd Thursby, il quale seconda la cliente sarebbe scappato con la sorella di questa. I due accettano il lavoro in quanto ben pagato, nonostante non credano alla storia

Più quella notte, l'investigatore della polizia Tom Polhaus informa Spade che ad Archer è sono stati sparati dei colpi che lo hanno ucciso, il tutto mentre parlava con Thursby; Spade decide di non esaminare il corpo sulla scena del delitto. Mentre si allontana, scambia qualche parola in cinese con un uomo fermo in un atrio. Successivamente, Polhuis e il suo superiore, il tenente Dundy, vanno a fare visita a Spade nel suo appartamento. Thursby è morto e vogliono sapere dove Spade sia stato durante le ultime ore, sospettano che si sia vendicato per l'omicidio di Archer. Senza prove, se ne vanno.

Il giorno dopo Spade chiama Ruth Wonderly per provare a venire a conoscenza delle vere ragioni per cui ha affidato loro il lavoro. Lei utilizza svariati trucchi per far sì che Spade continui a lavorare sul caso, nonostante le due uccisioni, ma senza successo. Alla fine riesce a ottenere poche informazioni su di lei: Thursby era suo complice, ma non si fidava più di lui, e lei pensa di essere in pericolo; comunque, lei non rivela a Spade cosa cercasse di ottenere insieme a Thurby. Frustrato, Spade fa per allontanarsi, ma ci ripensa. Ottiene 500 dollari da Wonderly, teoricamente gli ultimi a sua disposizione, e va via.

In ufficio Spade ordina alla segretaria Effie di far rimuovere il nome di Archer dalla porta, e quindi riceve la visita del dottor Joel Cairo, il quale gli offre 5.000 dollari per ritrovare la figura smaltata di un uccello nero, che sta provando a restituire al "legittimo proprietario". Completamente all'oscuro riguardo questa statuetta, Spade dà corda, riducendo l'altro all'impotenza quando tira fuori una pistola e prova a perquisirlo e a ispezionare l'ufficio. Ad ogni modo, acconsente a provare a ritrovare la statuetta. Più tardi, durante la notte, il detective Tom Polhaus (interpretato da J. Farrell McDonald) informa Spade che Archer è stato ucciso con un colpo di pistola mentre stava pedinando Thursby; Spade chiede di esaminare il cadavere sulla scena del crimine. Dopo averlo fatto, ha una breve conversazione in Cinese con un uomo; più tardi, Polhaus e il suo superiore, Lt. Dundy (interpretato da Robert Elliot), va a trovare Spade nel suo appartamento. Thursby nel frattempo è stato ucciso e i due vogliono sapere dove si trovava Spade nelle ultime ore, - evidentemente lo sospettsano dell'omicidio di Thursby, per vendicare la morte del suo compare. Senza nessuna prova schiacciante contro Spade, se ne vanno.

La mattina seguente, mentre Wonderly è ancora addormentata, Spade ruba di soppiatto la chiave e perquisisce minuziosamente il suo appartamento senza alcun risultato. Tornato a casa, Spade riceve la visita di Iva Archer. Spade cerca di liberarsi in fretta della donna che, tuttavia, si accorge della presenza di Wonderly sulla soglia della camera da letto ed esce stizzita, minacciando di spifferare tutto al tenente Dundy.

Spade riceve una nota proveniente da Casper Gutman (Dudley Digges) che lo invita a casa sua per una chiacchierata a proposito dell’uccello nero. Tra un drink ed un sigaro, Spade apprende la storia ed il valore della statuetta, incastonata di pietre preziose e ricoperta con della vernice. Scopre, inoltre che Gutman stesso è la mente che ha progettato il tentato furto. Spade, mentendo, riferisce a Gutman che per una somma adeguata può rintracciare la statuetta in un paio di giorni, i due stringono un patto che Gutman sigilla con 1000 dollari. Solo allora, Cairo fa il suo ingresso e dice in disparte a Gutman che Spade non è in possesso del falco, posseduto, invece, dal capitano Jacoby (Agostino Borgato), in arrivo quella stessa notte a bordo della nave La Paloma proveniente da Hong Kong. Gutman, quindi, mette del narcotico di soppiatto nel drink celebrativo di Spade e si riprende i suoi 1000 dollari.

Più tardi, Spade torna nel suo ufficio e trova Effie addormentata sulla scrivania. Improvvisamente un uomo entra barcollando, stramazza al suolo e muore. Si tratta del capitano Jacoby che aveva con sé il prezioso oggetto in una valigetta. Spade la lascia in un deposito bagagli e si invia la ricevuta per posta.

Convocato dal procuratore distrettuale (Morgan Wallace) a causa della testimonianza resa da Iva, Spade resta sulla difensiva e gli vengono concesse 24 ore di tempo per chiudere il caso e consegnare i veri killer alle autorità.

Wonderly attira Spade nel suo appartamento dove Cairo e Gutman lo attendono con la pistola spianata. Venuto a conoscenza del fatto che Spade è ora proprietario del falcone, Gutman gli dà una busta contenente i 1000 dollari. Spade, tuttavia, insiste nel chiedere che ci sia un capro espiatorio che si dichiari colpevole degli omicidi di Archer, Thursby e Jacoby, il detective suggerisce il sicario di Gutmanm Wilmer Cook (Dwight Frye). Gutman respinge l’idea e a quel punto Spade propone Cairo. Quest’ultimo controbatte dicendo che Spade è stato pagato. Si siedono tutti aspettando il giorno e Spade sostiene di poterlo procurare lui. Quando Wonderly si allontana per preparare il caffè e dei panini, Gutman l'accusa di aver rubato una banconota dalla busta, invitando Spade a perquisirla. Quando constata che non ha alcuna banconota, accusa Gutman di averla nascosta e quest’ultimo lo ammette. Quindi, avendo il coltello dalla parte del manico, Spade comunica a Gutman che sarà Wilmer il capro espiatorio mentre Cairo e Gutman bisbigliano. Pungolato da Spade, Wilmer impugna la pistola e Spade lo mette K.O. quindi anche Cairo e Gutman approvano la proposta di Spade. In seguito il detective chiama Effie chiedendole di portare la valigetta contenente il falcone in mattinata. Gutman gli spiega come Wilmer abbia ucciso Thursby e Jacoby.

All’arrivo della borsa, Wilmer scappa dalla finestra mentre i cospiratori stanno freneticamente aprendo ed esaminando l’uccello nero. Si accorgono immediatamente che si tratta di un falso e che sono stati ingannati dal precedente proprietario. Gutman e Cairo decidono di effettuare un ulteriore tentativo di furto. Mentre stanno lasciando la stanza, Gutman si riappropria dei suoi 1000 dollari tenendo Spade sotto tiro.

Questi si rivolge immediatamente al detective Polhaus e gli dice di prelevare Gutman, Cairo e Wilmer: la pistol di Wilmer verrà fornita come prova. Scontrandosi con Wonderly, Spade l'accusa di aver ucciso Archer per far ricadere i sospetti su Thursby con lo scopo di metterlo fuori gioco. La donna conferma e Spade le comunica che anche lei sarà accusata di omicidio, nonostante l’amore nato tra i due.

Quando Dundy e Polhaus sopraggiungono, rivelano che Wilmer ha assassinato Gutman e Cairo prima di essere stato arrestato. Spade fornisce ai due la pistola di Wilmer, li informa che l’omicidio di Archer è stato compiuto da Wonderly e li invita a portarla via. Solo in seguito apprendiamo da un quotidiano che Spade “ha fatto scalpore durante il processo ha presentato come testimone Lee Fu Gow, mercante cinese, unico testimone oculare dell’omicidio di Archer che identifica Miss Wonderly come l’assassina. Spade visita Wonderly in prigione per riferirle che è stato promosso investigatore capo dell’ufficio del procuratore distrettuale. Spade si raccomanda con la direttrice della prigione dicendole di trattare bene Wonderly e di darle tutto ciò che desidera. Quando la direttrice chiede chi si farà carico delle spese per questo trattamento di favore, Spade le dice di inviare i conti all’ufficio del procuratore distrettuale: “Darò l’autorizzazione personalmente”.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Anche se il film è il primo delle tre versioni filmiche tratte dal romanzo di Dashiell Hammett, non rappresenta il primo adattamento cinematografico di storie scritte dall'autore americano. Sia Piombo e sangue (Red Harvest, 1929) che Le vie della città (City Streets, 1931) sono basate su altrettanti racconti di Hammett e vedono nel cast Gary Cooper e Sylvia Sidney.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Titoli provvisori[1] del film in questione furono All Women, A Woman of the World e Dangerous Female.

Il film ricalca piuttosto da vicino la trama del libro, così come l’adattamento del 1941, che parte dalla sceneggiatura del film del 1931 rivisitata e spogliata dalle scene non più adatte alla cultura del tempo. Idialoghi di entrambi i film, molto spesso, sono presi testualmente dal romanzo. Tuttavia, sono presenti differenze tra i due adattamenti. Il tenore del film del 1931 è più leggero, con un ritmo meno scandito. Inoltre, essendo il film precedente al Codice Hays, vi è un largo uso di situazioni sessualmente ambigue. In una scena vediamo Babe Daniels nuda nella doccia, in un’altra viene spogliata durante una perquisizione. Sin dalla prima scena, nella quale si scorge una donna intenta a rimettersi a posto le calze uscendo dall’ufficio di Spade, si riscontrano numerosi richiami ai coinvolgimenti erotici di Spade con vari personaggi femminili. Inoltre, il film non rifugge il tema dell’omosessualità: il giovane e aitante Wilmer è chiamato apertamente “il ragazzo di Gutman”, con un aperto riferimento ad una presunta relazione omosessuale; Effie definisce Cairo “splendido” in presenza di Spade. Lo stesso detective spesso prende in giro un poliziotto che non sopporta appellandolo “amore” “caro” e “tesoro”.

Censura ed adattamenti successivi[modifica | modifica sorgente]

Nel 1936 la Warner Bros tenta di far uscire nuovamente il film, ma, secondo i rigidi dettami del Codice Hays, l’approvazione viene negata ed il film bollato come lascivo. Per decenni, le uniche copie del film presenti negli Stati Uniti erano conformi a questi canoni. Ciò spinse la Warner Bros a produrre nel 1936 una nuova versione del film intitolata Il diavolo e la signora con Bette Davis con molti elementi della storia che differiscono dal primo film. Nel 1941, venne prodotto un ulteriore e più serio adattamento che finì per essere considerato come versione classica diretto da John Huston e con Humphrey Bogart. Quando le maglie della censura si fecero più larghe, il film venne intitolato negli Stati Uniti A dangerous female per evitare confusioni con il remake del 1941 che, precedentemente, era l’unica versione del romanzo rintracciabile con il nome originale. Numerosi adattamenti e parodie si sono susseguite negli anni, incluso quello del 1975 sotto forma di parodia, L’uccello tutto nero dove Sam Spade junior (interpretato da George Segal), eredita l’agenzia investigativa del padre.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Secondo l’archivio TCM turner classic movies
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema