Il dottor Jekyll

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il dottor Jekyll
Dr.jekyll 1931.jpg
Fredric March nel ruolo di Henry Jekyll
Titolo originale Dr. Jekyll and Mr. Hyde
Lingua originale Inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1931
Durata 98 minuti
Colore B/N
Audio Sonoro
Genere Horror
Regia Rouben Mamoulian
Soggetto Robert Louis Stevenson
Sceneggiatura Samuel Hoffenstein e Percy Heath
Produttore Rouben Mamoulian per Paramount
Produttore esecutivo Adolph Zukor
Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer
Fotografia Karl Struss
Montaggio William Shea
Scenografia Hans Dreier
Costumi Travis Banton
Trucco Wally Westmore
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il dottor Jekyll è un film del 1931, diretto da Rouben Mamoulian e tratto dal romanzo di Robert Louis Stevenson Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde del 1886.

Fu presentato alla prima edizione della Mostra del cinema di Venezia, dove ottenne due riconoscimenti non ufficiali, come film più originale e per il miglior attore.

Il film ha avuto un remake, Il dottor Jekyll e mr. Hyde del 1941 che usò la medesima sceneggiatura della versione del 1931, anche se non accreditata[1].

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il dottor Henry Jekyll, da sempre è ossessionato dalla possibilità di separare i due aspetti che convivono nella psiche umana: il bene e il male (il tema del doppio). Da buon chimico, quale egli è, ottiene un siero che gli consentirà, sperimentandolo su sé stesso, di ottenere una metamorfosi su sé stesso in cui il male sarà l'unico componente della sua nuova personalità ed il bene sarà totalmente assente. A questo individuo dà nome Edward Hyde.

Egli mette appunto anche un antidoto che, assunto al sorgere delle prime luci dell'alba, gli consente di tornare ad esercitare la sua professione di medico. Ma la notte la voglia di riassaporare le sensazioni di essere Hyde è irrefrenabile. Il dottor Jekyll è devotissimo alla sua fidanzata Muriel Carew ma quando è Mr. Hyde, importuna pesantemente la prostituta Ivy Pearson.

Ma gli effetti del siero sfuggono al controllo di Jekyll che ormai, permanentemente Hyde, strangola Ivy e aggredisce persino Muriel, ma viene scoperto dall'amico Lanyon e dalla polizia, quindi viene ucciso proprio nella sparatoria che ne conseguirà. Quando Hyde è ormai morto il suo cadavere riassumerà le sembianze di Jekyll (scena ripresa dal film Van Helsing del 2004).

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto dallo stesso regista Rouben Mamoulian per la MGM. Le riprese furono effettuate in interni negli Studi della Paramount, al 5555 di Melrose Avenue a Hollywood e, in esterni, ai Busch Gardens - S. Grove Avenue di Pasadena (per la scena in cui Jekyll guarda l'uccellino e il gatto sull'albero).

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer, il film uscì nelle sale USA il 31 dicembre 1931.

Date di uscita[2][modifica | modifica sorgente]

  • USA 31 dicembre 1931
  • USA 2 gennaio 1932 (New York City)
  • Danimarca 16 febbraio 1932
  • Svezia 20 aprile 1932
  • Italia 6 agosto 1932 (Mostra di Venezia)
  • Portogallo 1 novembre 1932
  • Finlandia 4 febbraio 1934
  • USA 1935 (riedizione)
  • Germania Ovest 5 maggio 1970 (prima TV)
  • USA 1972 (riedizione)

Alias

  • Dr. Jekyll and Mr. Hyde USA (titolo originale)
  • Das Phantom von London Austria
  • Docteur Jekyll et Mr. Hyde Francia
  • Doctor Jekyll & k. Hyde Grecia (titolo DVD)
  • Doktor Jekyll Grecia (titolo traslitterato ISO-LATIN-1)
  • Dr. Jekyll és Mr. Hyde Ungheria (imdb display title)
  • Dr. Jekyll og Mr. Hyde Danimarca
  • Dr. Jekyll und Mr. Hyde Germania
  • El hombre y el monstruo Spagna
  • Il dottor Jekyll Italia
  • O Médico e o Monstro Portogallo (imdb display title)
  • Tri Jekyll & Mr. Hyde Finlandia

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Il film fu doppiato presso gli studi della Paramount di Joinville in Francia nel 1931 da un gruppo di attori arrivati dall'Italia per la versione di vari film americani, con la voce di Olinto Cristina per quella del protagonista.[3]

Critica[modifica | modifica sorgente]

Nel 1931, il Los Angeles Times lo definì: "il più grande capolavoro dello schermo - un documento appassionato, vibrante che brilla per la scrittura, la recitazione e la regia"[4]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Filmografia di Percy Heath
  2. ^ IMDb
  3. ^ La parola ripudiata a cura di Mario Quargniolo, La Cineteca del Friuki 1989
  4. ^ Writers Guild of America

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema