Il delitto di Lord Arthur Savile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il delitto di Lord Arthur Savile
Titolo originale Lord Arthur Savile's Crime
Autore Oscar Wilde
1ª ed. originale 1887
Genere racconto
Lingua originale inglese

Il delitto di Lord Arthur Savile (Lord Arthur Savile's Crime) è un'opera in prosa di Oscar Wilde del 1887. Il sottotitolo dell'opera era A Study of Duty (letteralmente "uno studio sul dovere").

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il racconto narra di Savile a cui, in seguito ad un ricevimento offerto da Lady Windermere dove a tutti gli ospiti viene letto il futuro, un chiromante predice una minaccia imminente: egli stesso sarà l'artefice di un omicidio.

Dopo aver provato a uccidere Aunt Clementina e il parroco di Chichester (suo zio) senza successo, Savile ucciderà lo stesso chiromante spingendolo nel Tamigi.

Temi trattati[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista risulta molto pratico nell'affrontare i problemi che si ritrova, non si fa remore di infrangere la morale, il destino contro la volontà che non trova resistenza; è questo forse riconducibile al Fato greco - di quella Grecia che Wilde idealizza come epoca felice e quasi perfetta -, superiore persino agli Dèi, e quindi, anche alla mera morale degli uomini. Tema questo, della moralità tradita, che si evolverà poi negli anni, e da un'inevitabile ed imposta scelta "fatale", arriverà ad essere una consapevole volontà del protagonista, e per questo buona solo a portare la rovina - tutto questo, ovviamente, nel Ritratto di Dorian Gray.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Richard Ellmann, Oscar Wilde, Rocca san casciano, Mondadori, 2001, ISBN 88-04-47897-7.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]