Il concerto bandistico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il concerto bandistico
Il concerto bandistico.png
Topolino alla sua prima apparizione a colori
Titolo originale The Band Concert
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1935
Durata 9 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.37:1
Genere commedia, animazione, musicale
Regia Wilfred Jackson
Produttore Walt Disney
Casa di produzione Walt Disney Productions
Distribuzione (Italia) Buena Vista Distribution
Animatori Johnny Cannon, Les Clark, Ugo D'Orsi, Frenchy DeTremaudan, Clyde Geronimi, Huszti Horvath, Dick Huemer, Jack Kinney, Wolfgang Reitherman, Archie Robin, Louie Schmitt, Dick Williams, Roy Williams, Cy Young
Musiche Leigh Harline
Scenografia Hugh Hennesy, Terrell Stapp
Doppiatori originali

Clarence Nash: Paperino

Doppiatori italiani

Luca Eliani: Paperino

Premi

3ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia: Medaglia per il miglior disegno animato a Walt Disney

Il concerto bandistico (The Band Concert) è un film del 1935 diretto da Wilfred Jackson. È un cortometraggio animato prodotto in Technicolor a tre strisce dalla Walt Disney Productions e distribuito dalla United Artists il 23 febbraio 1935. Il film fu il primo corto della serie Mickey Mouse prodotto a colori[1] e rimane uno dei più acclamati cortometraggi Disney. La storia parla di un piccolo gruppo musicale diretto da Topolino che lotta attraverso un'esecuzione pubblica piena di distrazioni.

Il concerto bandistico è caratterizzato da musica adattata da Leigh Harline. L'unico personaggio che parla nel film è Paperino.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'orchestra di Topolino sta eseguendo un concerto al parco. Mentre il film inizia i musicisti stanno venendo applauditi per aver appena suonato musica dalla Zampa. Iniziano quindi a suonare l'ouverture del Guglielmo Tell di Rossini.[2]

Topolino è inizialmente disturbato dal vibrato della tromba di Meo Porcello e dalla tuba di Paddy Pig mentre suonano Preludio: alba. In seguito Paperino appare spingendo un carro attraverso il pubblico per vendere limonata, popcorn e gelato. La voce di Paperino disturba Topolino poiché essa sovrasta la musica.

Paperino poi tira fuori un piccolo flauto e salta sul palco senza invito. Mentre la banda sta ancora eseguendo il segmento "Finale", Paperino inizia a suonare "Turkey in the Straw" a tempo con la banda. L'intero gruppo, apparentemente senza volerlo, inizia a suonare la canzone di Paperino invece della musica preparata. Topolino rompe con rabbia il flauto di Paperino, ma lui ne tira fuori un altro dal suo vestito. Questo continua per un po' fino a quando si scopre che Paperino ha addosso decine di flauti nascosti, alcuni dei quali egli sembra tirare fuori dal nulla.

Dopo essere stato cacciato dal palco, Paperino viene infastidito da un'ape. Il papero riesce a mandarla via ed essa va a disturbare il già agitato Topolino. Mentre Topolino cerca di schiacciare l'ape, l'orchestra crede che i suoi movimenti facciano parte della direzione. Paperino getta poi del gelato all'ape, colpendo invece Topolino. Mentre Topolino esegue Ranz des Vaches, Orazio cerca di uccidere l'ape con un martello, ma colpisce Pippo sulla testa.

Infine, mentre Orazio si toglie il cappotto, la banda arriva al segmento Tempesta della sinfonia, che evoca un vero tornado, spingendo Paperino e tutto il pubblico (panche comprese!) a scappare. Il tornado risucchia tutto al suo passaggio, anche il padiglione in cui la banda sta suonando. Ma l'orchestra è così abituata alla distrazioni a questo punto che continua a suonare all'interno del tornado. Mentre la tempesta passa la banda (tranne Orazio e Topolino) è gettata in un albero e l'ouverture arriva alla sua naturale conclusione. Eppure, da questo momento l'unico pubblico rimanente è Paperino, che applaude con entusiasmo. Produce poi un ultimo flauto e suona nuovamente "Turkey in the Straw", ma i membri della banda gli gettano addosso i loro strumenti.

La banda[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione distribuita in Italia non venne doppiata in italiano. Il film venne doppiato per l'inclusione nella VHS Topolino & soci del settembre 1989. L'edizione DVD è però nuovamente in lingua originale.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Anche se Il concerto bandistico non ricevette nessuna nomination agli Oscar, diventò comunque uno dei più acclamati cortometraggi Disney. Il critico culturale Gilbert Seldes scrisse sulla rivista Esquire che "nessuna delle decine di opere prodotte in America nello stesso anno in tutte le altre arti possono reggere il confronto con questo". Il direttore d'orchestra Arturo Toscanini era un fan tanto accanito de Il concerto bandistico che andò a vederlo sei volte al cinema e in seguito invitò Walt Disney a casa sua in Italia.[4]

Nel 1994 Il concerto bandistico si classificò al terzo posto nel libro The 50 Greatest Cartoons, dove membri del campo dell'animazione valutavano i migliori cortometraggi animati di tutti i tempi.[5] Esso fu il meglio classificato fra i corti Disney, e l'unico nella top 5 non prodotto dalla rivale Warner Bros..

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

VHS[modifica | modifica wikitesto]

  • Cartoons Disney 1: settembre 1982
  • Topolino & soci: settembre 1989

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Eredità[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Leonard Maltin, il film di Topolino del 1942 L'ora della sinfonia fu una sorta di remake de Il concerto bandistico.

Nel cartone animato di guerra del 1942, All Together, Topolino e la sua band al completo si vedono nel corteo.

Il concerto bandistico è stato anche la base e il titolo del livello segreto del gioco Topolino Mania (solo nelle versioni per Sega Genesis, Sega Mega-CD e PlayStation). Il corto appare inoltre nel videogioco Disney's Magical Mirror Starring Mickey Mouse. In Kingdom Hearts II, nel giardino del Castello Disney, vi è invece una scultura topiaria di tutti i personaggi della banda oltre a Topolino, Paperino e Pippo.

Questo cartone animato è stato anche l'ispirazione per lo spettacolo Mickey's PhilharMagic nel Magic Kingdom di Walt Disney World e per la nuova attrazione Silly Symphony Swings nel parco Disney California Adventure.

Nell'aprile del 1997 il corto venne inserito nello speciale in VHS I capolavori di Topolino, senza i titoli di testa e di coda.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Altri due film della serie furono prodotti in bianco e nero prima che esso venisse definitivamente accantonato: Topolino meccanico e Topolino e il canguro. Inoltre Topolino era precedentemente apparso a colori in una clip di due minuti intitolata Parata dei nominati agli Oscar creata appositamente per la cena dei Premi Oscar 1932.
  2. ^ L'ouverture venne significativamente ridotta per tenere conto degli eventi nel film. Fu anche eseguita in disordine.
  3. ^ Appare come Gideon Goat nei materiali promozionali ([1])
  4. ^ Gabler, Neal. Walt Disney: The Triumph of the American Imagination. Vintage: New York. 2007. page 195.
  5. ^ Beck, Jerry (1994), 50 Greatest Cartoons, The. Atlanta: Turner Publishing Inc., pg 41. 1-878685-49-X

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]