Il coltello di ghiaccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il coltello di ghiaccio
Paese di produzione Italia
Anno 1972
Durata 92 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere giallo - thriller
Regia Umberto Lenzi
Soggetto Umberto Lenzi
Sceneggiatura Umberto Lenzi, Antonio Troisio
Casa di produzione Tritone Film Industria (Roma); Mundial Film (Madrid)
Fotografia José F. Aguayo
Montaggio Enzo Alabiso
Musiche Marcello Giombini
Scenografia Piero Filippone
Costumi Silvio Laurenzi
Interpreti e personaggi

Il coltello di ghiaccio è un film giallo del 1972 diretto da Umberto Lenzi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una famosissima cantante, Jenny Ascot, si reca in visita da sua cugina Martha Caldwell, da tempo muta a seguito di uno shock subito durante un incidente ferroviario ove le perirono entrambi i genitori. Martha appare entusiasta nel rivedere la cugina ma, durante il viaggio verso casa, entrambe scorgono lo sguardo di un uomo dallo specchietto laterale della macchina (fermatasi a seguito di un guasto al motore). Casa Caldwell è immersa nelle nebbie dei Pirenei e, il clima triste e cupo, lascia Jenny alquanto scossa. Durante la notte Jenny viene attratta da un grosso rumore proveniente dal garage della villa. Scesa nel deposito auto, viene assassinata da una figura ignota. La polizia è convinta si tratti di opera di un maniaco e si mette sulle tracce dell'uomo che, qualche sera prima, spiò Jenny e Martha. Dopo pochi giorni, anche la governante di casa Caldwell (la sig.ra Pretòn), viene rinvenuta uccisa da un maniaco. Braccato dalla polizia, l'uomo che spiava Jenny e Martha viene arrestato. Pochi giorni prima anche la fidanzata di quest'ultimo era stata rinvenuta morta, lungo un fiume. Il caso sembra chiuso ma, qualche settimana dopo, la piccola Christine (amica di casa Caldwell) viene ritrovata strangolata. La polizia, dunque, riapre le indagini e scopre che la fidanzata del vagabondo era morta per overdose e non per mano del ragazzo arrestato. Solo alla fine si scoprirà che l'assassina altri non è che Martha: aveva ucciso la cugina perché invidiosa della sua bella voce poi, per avvalorare la tesi del maniaco, aveva assassinato la signora Pretòn. La piccola Christine era stata uccisa perché, sebbene in modo assai ingenuo, aveva scoperto elementi che potevano incriminare Martha. Vistasi scoperta, colta da forte emozione, Martha ritrova la voce, gridando e parlando ad alta voce ma, nonostante questo aspetto positivo, ora è più sola che mai e viene tratta in arresto dalla polizia spagnola

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema