Il boia scarlatto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il boia scarlatto
Titolo originale Il boia scarlatto
Paese di produzione Italia, USA
Anno 1965
Durata 90 min
Colore colore Eastmancolor
Audio sonoro
Genere orrore
Regia Massimo Pupillo
Soggetto Roberto Natale, Romano Migliorini
Sceneggiatura Roberto Natale, Romano Migliorini
Produttore M.B.S. Roma, International Entertainment USA
Fotografia Luciano Trasatti
Montaggio Mariano Arditi
Effetti speciali Carlo Rambaldi
Musiche Gino Peguri
Scenografia Frank Arnold
Interpreti e personaggi

Il boia scarlatto è un film del 1965 diretto da Massimo Pupillo.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un editore di romanzi gialli si reca, con la troupe e alcune modelle, presso un castello per realizzare un servizio fotografico per le copertine delle sue pubblicazioni.

Il castello è abitato solo da un attore in pensione che, escluse due guardie del corpo tuttofare, vive isolato dal mondo. Nonostante la sua iniziale contrarietà, accoglie per la notte la troupe che può così realizzare il servizio fotografico. Alcuni membri della troupe, mentre perlustrano i sotterranei del castello, incidentalmente rompono il sigillo che imprigionava il criminale noto come il boia scarlatto che, secoli prima, era stato condannato a morte e rinchiuso dentro una Vergine di Norimberga nelle segrete del castello.

Accadono misteriosi incidenti mortali ma si decide di andare avanti con il servizio fotografico.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Prodotto da Augusto Silvestrini per M.B.S. il film fu realizzato presso gli studi L.U.C.E. di piazza Cinecittà a Roma per uscire nelle sale nel 1965.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

La pellicola è entrata nel pubblico dominio negli Stati Uniti.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • AA.VV. La città del cinema Napoleone editore Roma 1979

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema