Il bevitore di vino di palma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La mia vita nel bosco degli spiriti. Il bevitore di vino di palma
Autore Amos Tutuola
1ª ed. originale 1952
Genere Romanzo
Sottogenere Fantastico
Lingua originale inglese

Il bevitore di vino di palma (The Palm-Wind Drinkard: And His Dead Palm-Wine Tapster in the Dead's Town) è il libro con cui lo scrittore nigeriano Amos Tutuola è diventato celebre in Occidente. Pubblicato nel 1952, ma scritto da Tutuola negli anni quaranta, Il bevitore rappresenta anche una delle prime opere della letteratura africana in lingua inglese del Novecento; anticipò numerose sperimentazioni linguistiche successive con il suo uso creativo del pidgin english africano.

Il libro è in gran parte una rielaborazione originale di fiabe e leggende tradizionali del popolo di Tutuola, gli Yoruba. La vicenda principale del libro riguarda un uomo che insegue uno spillatore di vino di palma fino alla "città dei morti". In questo modo si trova immerso in un mondo parallelo popolato di magia, fantasmi, demoni e altre creature soprannaturali.

Alla sua pubblicazione nel 1952, Il bevitore ricevette gli elogi di Dylan Thomas e di altri intellettuali occidentali del tempo. In Nigeria, invece, fu causa di molte controversie e oggetto di aspre critiche. Tutuola fu accusato di rappresentare il proprio popolo in modo negativo, attraverso l'immagine del protagonista, un ubriacone superstizioso e incapace di parlare in inglese corretto. Lo scrittore nigeriano Chinua Achebe fu tra coloro che difesero l'opera di Tutuola, leggendovi tra l'altro una critica al consumismo occidentale.

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

In italiano, il romanzo è stato pubblicato da Feltrinelli e in seguito ripubblicato insieme al secondo romanzo di Tutuola, My Life in the Bush of Ghosts (vedi scheda).

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]