Il bambino della domenica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il bambino della domenica
Bambinodomenica02-1-.jpg
Marcello che si allena
Paese Italia
Anno 2007
Formato miniserie TV
Genere Sportivo, drammatico
Puntate 2
Durata 105 minuti (ciascuna parte della miniserie)
Lingua originale Italiano
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Colore Colore
Audio Stereo
Crediti
Regia Maurizio Zaccaro
Soggetto Beppe Fiorello, Paolo Logli, Alessandro Pondi
Sceneggiatura Paolo Logli, Alessandro Pondi, Andrea Purgatori
Interpreti e personaggi
Casa di produzione Canova
Prima visione
Prima TV Italia
Dal 18 maggio 2008
Al 19 maggio 2008
Rete televisiva Raiuno

Il bambino della domenica è una miniserie televisiva in due puntate, andata in onda domenica 18 e lunedì 19 maggio 2008 su Rai 1.

La regia è di Maurizio Zaccaro. La sceneggiatura è di Alessandro Pondi, Paolo Logli, Andrea Purgatori e Beppe Fiorello.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Catania, Sicilia (1999). Marcello La Spada (Beppe Fiorello) è un ragazzo cresciuto senza una famiglia, ma con una grande passione per la boxe attraverso la quale ha conosciuto il suo coach Nino (Maurizio Marchetti) che gli ha fatto da padre. Marcello ha come migliore amico Saro (David Coco), un ragazzo con aspirazioni decisamente diverse dalle sue, in combutta con la criminalità. Una sera, Saro coinvolge Marcello nel trasporto di alcuni clandestini e, per difendere l'amico dal coltello di uno di loro, spara ad un uomo, spaventando a morte Marcello che si allontana mentre Saro viene arrestato. Otto anni dopo, Saro esce di prigione e droga l'acqua di Marcello per poter rendere invalida la sua vittoria all'incontro finale di un torneo di boxe e rovinandogli così la vita. Marcello perde l'affetto della moglie Anna (Anita Caprioli) che lo lascia e dello stesso Nino che non crede alla sua innocenza. Nel frattempo Marcello conosce un bambino ospite di una sua vicina di nome Carmine (Riccardo Nicolosi); il bambino è un orfano e viene invitato ogni domenica dalla vicina di Marcello per dargli un po' di calore famigliare, ma, un giorno, la donna muore e Carmine chiede aiuto a Marcello. L'uomo, sull'orlo dell'alcolismo, di primo istinto rifiuta il bambino, ma in seguito decide di andarlo a trovare alla casa famiglia dove vive e lì, su insistenza di Suor Chiara (Vittoria Piancastelli), decide di provare a frequentare il bambino che si scopre in grado di parlare solo quando sta con lui. Marcello, intanto, viene riavvicinato da Saro che lo coinvolge in incontri di boxe clandestina gestiti da un boss criminale chiamato "Il Maestro" (Marcello Perracchio), ma il rapporto con Carmine sta cambiando l'uomo che decide di tornare a combattere legalmente; tuttavia il suo terribile passato, capeggiato dal perfido Saro, lo stringe in una morsa letale che potrebbe sì far vincere a Marcello il torneo, ma ad un prezzo decisamente alto.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Auditel e Share[modifica | modifica wikitesto]

Puntata Spettatori (Prima TV) Share (Prima TV)
Prima Parte 5.392.000 23,72%
Seconda Parte 6.815.000 27,02%

Note[modifica | modifica wikitesto]

  • L'idea della fiction è venuta allo stesso Beppe Fiorello, mentre era in macchina sul Lungotevere con l'amico Alessandro Pondi; Fiorello voleva raccontare la storia di un pugile mentre Pondi voleva parlare della situazione dei bambini orfani, nasce così il soggetto della fiction.
  • Fiorello si è allenato per quattro mesi a Los Angeles da Freddy Roach che ha preparato a suo tempo Mike Tyson, e ha poi proseguito l'allenamento con Ennio Cibello, uno capace di scolpire i muscoli, e con Renato Mura, un poliziotto che allena le Fiamme Oro.
  • Le riprese si sono svolte tra Catania e Casablanca da ottobre a dicembre 2007 per un totale di 47 giorni di lavorazione. Sono state utilizzate 41 location tra Italia e Marocco e 3475 figurazioni.
  • La fotografia della fiction è a cura di Fabio Olmi.
  • Nel ruolo di Karim recita Mouhamed Alì Ndiaye.Pugile professionista , nonché tenuto a battesimo da Cassius Clay in Senegal. Per tale motivo il padre del pugile Senegalese decise di chiamare il figlio così.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione