Il GGG

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Grande Gigante Gentile
Titolo originale The BFG
Autore Roald Dahl
1ª ed. originale 1982
Genere romanzo
Sottogenere fantastico
Lingua originale inglese
Protagonisti Sofia - GGG

Il GGG (The BFG) è un libro per ragazzi scritto da Roald Dahl e pubblicato da Salani nella collana Gl'istrici con il numero 1.

Nel 1989 ne è stato tratto un film d'animazione, Il mio amico Gigante.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sofia non sta sognando quando vede oltre la finestra la figura di un gigante avvolto in un lungo mantello nero. E' l'ora delle ombre e una mano enorme la strappa via dal letto e la porta nel paese dei giganti. Una volta arrivati Sofia teme di essere mangiata, ma il GGG si rivela essere un gigante buono e sensibile, dalla parlata stramba e soprattutto vegetariano: il GGG infatti mangia solo cetrionzoli (strani vegetali neri ricoperti di protuberanze rugose e strisce bianche). Gli altri giganti invece ogni notte s'ingozzano di popolli (gli esseri umani). Il GGG vuole fermarli e Sofia decide di aiutarlo: il loro piano prevede niente meno che il coinvolgimento della Regina d'Inghilterra.

I personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Umani

  • Mary (la cameriera della regina)
  • Mister Tibbs (il maggiordomo del palazzo)
  • Altri maggiordomi di corte.
  • Il capo dell'esercito
  • Il capo dell'aviazione
  • Sofia (un'orfanella)
  • Le bambine e i bambini mangiati
  • La regina
  • Le amiche orfane di Sofia

Personaggi fantastici

  • L'inghiotticicciaviva
  • Il ciuccia-budella
  • Lo strizza-teste
  • Il trita-bimbo
  • Il vomitoso
  • Il grande gigante gentile
  • Il crocchia-ossa
  • Lo spella-fanciulle
  • Il san guinario
  • lo scotta-dito
  • I sogni catturati dal GGG

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Film futuri[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2011, la DreamWorks ha annunciato di aver acquisito i diritti cinematografici del libro; i produttori saranno Kathleen Kennedy e Frank Marshall, mentre sarà la sceneggiatrice Melissa Mathison ad adattare la storia.[1]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Roald Dahl, Il GGG, trad. it. Donatella Ziliotto, Milano, Salani, 1987.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The GGG will become a movie for DreamWorks thewrap.com
letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura