Il Covile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Covile
Logo di Il Covile
Stato Italia Italia
Periodicità irregolare
Genere Rivista di cultura contemporanea
Formato EBook
Fondazione 2009
Sede Firenze
Direttore Stefano Borselli
ISSN 2279-6924
Sito web www.ilcovile.it
 

Il Covile è una rivista online italiana di cultura[1][2]. Diretta da Stefano Borselli, nata come newsletter nel 2001 e costituitasi con redazione propria nel settembre 2009, si caratterizza per una linea che attinge alla schmittiana «forma cattolica», al pensiero conservatore contemporaneo (MacIntyre, Scruton) nonché al marxismo del secondo novecento (Cesarano, Camatte, Debord, Tronti). Fra i tratti distintivi della rivista vi sono le scelte tipografiche: per la testata ed i caratteri del testo vengono usati i font creati da William Morris ed i Fell type di Igino Marini; le pagine sono normalmente decorate con vignette riprese da edizioni di epoca barocca. Dal marzo 2014 la redazione cura la collana I libri del Covile presso le Edizioni Settecolori.

Temi[modifica | modifica wikitesto]

Il Covile. N°694

Accomunati dall'opposizione alla deriva nichilista della modernità in nome dell'Epimeteo cristiano[3] evocato da Konrad Weiß, Carl Schmitt e Ivan Illich, i temi trattati dalla rivista sono molteplici. Si va dall'architettura e l'urbanistica (proposta della linea Christopher Alexander, Léon Krier, Nikos Salingaros), alla critica del sistema dell'Arte contemporanea (v. Jean Clair, Marc Fumaroli e Aude De Kerros), alla scelta della poesia in rima, alla questione maschile[4] (critica del femminismo e della teoria del Genere), all'attenzione alle radici cristiane della civiltà occidentale. La rivista si occupa con continuità anche di cultura materiale, artigianato e tipografia.

Redazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Col­lec­tif: Il Co­vile, Catholica, 5 aprile 2011. URL consultato il 16 febbraio 2013.
  2. ^ La revista italiana de cultura Il Covile, Raíces de Europa, 5 marzo 2013. URL consultato il 5 marzo 2013.
  3. ^ José Luis Villacañas, Poder y Conflicto Ensayos sobre Carl Schmitt, Editorial Biblioteca Nueva, 2008. URL consultato il 16 febbraio 2013.
  4. ^ Il Covile N° 656. La Questione maschile. Una panoramica, Il Covile, settembre 2011. URL consultato il 12 febbraio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

editoria Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria